AttualitàPolitica

Governo: Di Maio irremovibile “contratto solo con la Lega” e Salvini incalza

Dopo i colloqui con la presidente del Senato Elisabetta Alberta Casellati – incaricata del mandato esplorativo – al Palazzo Giustiniani, nel pomeriggio del 19 Aprile, il M5s di Di Maio si mostra disponibile alle trattative ribadendo però: « non possiamo andare oltre determinati limiti che abbiamo già tracciato »  e continua: « tutti comprenderemo che non ci è possibile tradire il nostro mandato elettorale », riferendosi alla proposta imposta da Salvini di un centrodestra unito, il quale rimane fermo nella sua posizione: « Non è che uno sceglie di andare solo con la Lega » aveva difatti annunciato. Non si piega alle ragioni avanzate da Di Mario di rompere la coalizione, e fa leva riguardo alla ” fretta” che il paese ha di avere un nuovo governo.

Pressioni che Di Maio non incassa, nè giustifica, dirigendo la propria risposta alla provocazione su un altro fronte: « Il contratto di governo va firmato dalle due persone che rappresentano le due forze politiche. Questo è l’invito che resta aperto » chiarisce che « ma non ci si può chiedere di ricominciare dal principio con tavoli che già durante la presidenza delle camere non avevamo condiviso » e sottolinea « non è pensabile, oltretutto, che tre forze politiche contrattano ministri e segretari. Immaginate un pò in quale era politica si torna ». Con queste parole, Luigi di Maio si pone irremovibile e in assoluto disaccordo nell’immaginare lo scenario di tre forze politiche, più la loro, per un totale di quattro nella formazione di un governo. Ma non chiude la porta alla trattativa con il leghista.

A Matteo Salvini non interessano le logiche politiche: « o si fa un tavolo centrodestra-M5s o non ho più tempo da perdere. Io ci proverò fino alla fine e se serve mi metto in campo direttamente io ». risponde, « se non si nuove nulla andrò avanti io. C’è una vecchia regola che consiglia ai leader di uscire per ultimi per non bruciarsi. A me non interessa, perché il nostro Paese deve avere un governo », facendo intendere che , a detta sua, Luigi Di Maio non stia presentando soluzioni sensate e valide, e squarcia il dialogo affermando: « piuttosto meglio andare a nuove elezioni ».

Tag

Valentina Licciardello

Sono una studentessa universitaria e collaboro con testate giornalistiche dal 2012
Back to top button
Close
Close