Attualità

Holi Festival India 2018: Location e Date

Come ogni anno, milioni di indiani si riversano nelle strade per la festa più colorata al mondo. E’ tempo di primavera per l’India. Nonostante le nostre regioni siano ancora alle prese con un inverno tardivo a causa del Burian, il subcontinente indiano sta già accogliendo l’arrivo della nuova stagione.

A contrassegnare il tanto atteso passaggio tra inverno e primavera, stagione di rinascita e speranza, c’è la coloratissima festa induista dell’Holi. Il festival, che mobilita milioni di indiani, si inaugura in un giorno di plenilunio, che varia di anno in anno, tra fine febbraio e inizio marzo. In questa festa collettiva tutti gli indiani diventano variopinti, uguali, privi di caste e desiderosi di gioire per l’inizio della nuova stagione. La celebrazione ha raggiunto una forte popolarità grazie alle foto che sul web ne immortalano i colori, i volti e le atmosfere uniche di un paese contraddittorio come l’India.

Holi Festival 2018

I momenti cruciali della manifestazione sono due: la cerimonia dell’Holika Dahan, che prevede un falò con foglie e rami secchi, triste retaggio di un lungo inverno, e l’attimo più celebre, ovvero il Dhuleti, il vero e proprio giorno di festa. In questa giornata le polveri ricavate essiccando piante e verdure al sole si mescolano con l’acqua e danno vita alla festa dei colori. Volti, corpi, vestiti e persino la terra si tingono di arancione, blu, verde o rosso.

L’origine della festa è da attribuire ad un episodio riguardante il Dio dalla pelle scura, Krishna, il quale, facendo uno scherzo alla sposa Radha dalla pelle bianca, le avrebbe dipinto il volto con alcuni colori. Motivo per cui gli innamorati, durante questa festa, si dipingono il volto a vicenda in segno d’amore.

Tag
Back to top button
Close
Close