Iconica Torino 2018: Conclusa la prima edizione

Si conclude la prima Edizione del Format Torinese ICONICA

yves saint laurent

Dal 10 al 16 Giugno, Torino è stata animata, con eventi, sfilate, mostre, workshop, talk e incontri, per una settimana all’insegna del ricordo di uno degli stilisti Francesi più amato, sensibile e controverso: YVES SAINT LAURENT L’ AMOUR FOU di Iconica, un format tutto torinese, nato con l’obiettivo di creare un filo conduttore che avvicinasse il pubblico ad alcuni personaggi, che nel tempo sono divenuti vere e proprie icone, funge da contenitore, si propone di raccontare degli scorci di vita, tra genio e follia, successi e tormenti di grandi artisti, dalla moda all’arte, dal design al cinema, dalla letteratura alla musica.

Un omaggio, a 10 anni dalla sua scomparsa, di uno couturier  che più di tutti ha reso la donna indipendente, danadole il potere, che fa da filo conduttore dell’apertura, a pochi mesi, a Parigi e Marrakech( uno dei suoi amori), dei due musei dedicati al suo lavoro.

L’amour fou, è stato  il tema di questa 1 edizione di Iconica,  tratto dal titolo del docufilm realizzato dal regista fotografo Pierre Thoretton, che ripercorre le passioni estreme dello stilista, che ebbe amori senza misura: l’amore per gli oggetti d’arte che collezionava, l’amore per il Marocco, l’amore per la letteratura e la pittura.

L’intera rassegna di grande impatto, degna di menzione la sfilata del 13 giugno in Galleria Umberto I ore 20.00 : una serata speciale nel segno dello stile di Yves Saint Laurent,  dove studentesse e signore di ogni età, dai 20 ai 60 anni, hanno sfilato, indossando abiti pret – a – porter dagli anni 60 agli anni 70. “ Da Parigi a Marrakech”, show a ingresso esaurito è stato uno dei momenti più scenografici dell’intera rassegna. In uno dei luoghi torinesi che più ricordano i passage parigini, sotto le luci Majorelle, su un tappeto blu mediterraneo, 35 donne torinesi, ed in passerella lo smoking, la sahariana, l’abito arlecchino ispirato a Picasso, mises ispirate ai sarafan russi, il nero e oro in Jersey del 1970 con fusciacca e turbante, le giacche a cuore che fecero scandalo ma boom di vendite.

Altro evento, quello dell’11 Giugno, tenutosi a Palazzo della luce, ore 16:30

“GIOIELLI COUTURE: IL BIJOUX PROTAGONISTA  DELL’UNIVERSO DI YVES SAINT LAURENT”

Ulderica Masoni, esperta di gioielli, racconta con un intenso ed emozionante excursus sul bijou vintage, il rapporto di YSL con l’accessorio. Lo fa con passione e devozione, ma anche con estrema delicatezza e rispetto, per chi, come YVS con la sua sensibilità e la sua follia ha fatto di un marchio uno stile. Lei è stata tra le promotrici di questa prima edizione di Iconica e con orgoglio regala, ai presenti in sala, un’ora ricca di cultura e di arte. Un’ora fatta di scorci di vita, ricordi, aneddoti. Le immagini scorrono, in un mix di abiti e bijou. L’uno non può stare senza l’altra.

Dagli orecchini clip, tipici della moda francese, ai meravigliosi bangle colorati. Dalle collane alle spille. Rivisita i temi  più cari allo stilista, e con essi ripercorre i momenti salienti della sua vita, a partire dalla più tenera età, quando in lui si insinuava l’accattivante interesse per i tessuti, i colori e le mise della madre, fino a giungere alla sua scomparsa e all’attuale gestione, completamente diversa, della Maison.

I fiori, il fiocco ed il cuore. Il cuore e l’Amore. Hanno caratterizzato il suo intero lavoro e la sua vita. Per l’occasione, in sala, un Gioiello progettato in Tributo al grande artista, di un giovane brand napoletano Khàrm design di Carmela Barbato: CUORE choker Ciondolo/spilla. Il gioiello, realizzato con l’innovativa tecnologia di Stampa 3D a filamento di PLA, (un acido polilattico, biodegradabile e compostabile, derivante dal mais), ripercorre il tema dell’Amore tanto caro a Yves Saint Laurent e quindi il simbolo del cuore.

Pubblicato da Carmela Barbato

Laurea Magistrale in Design per l'innovazione presso l'Università degli studi della Campania "Luigi Vanvitelli"- Dipartimento Architettura e Design.
Sono una Designer del Gioiello, fondatrice del Brand Khàrm design. Oltre
il "progettare" ed il "realizzare", mi piace molto lo "scrivere" ed il "raccontare" di tutto ciò che riguarda l'Arte, la Moda, il Gioiello e paradossalmente di Benessere.
Gli oggetti che mi rappresentano e che caratterizzano le mie passioni sono un foglio, una matita, dei colori, una macchina fotografica.
Mi diletto a scrivere su un blog fondato da me.

roberto_spada_palestra

Roberto Spada condannato a 6 anni per l’aggressione al giornalista di Nemo

Mondiali-Russia-2018

Probabili Formazioni Mondiali 2018 martedì 19 giugno