Il Signore degli Anelli serie TV: uscita e anticipazioni

il-signore-degli-anelli12

Rispolverate il numero del vostro spacciatore di erba pipa perchè é tempo di far ritorno nella Terra di Mezzo: Il Signore degli Anelli diventerà una serie televisiva. Dopo la pluripremiata trilogia cinematografica di Peter Jackson, rivivremo le disavventure della compagnia dell’anello sul piccolo schermo. L’operazione è frutto di una collaborazione tra Amazon Studios e la Warner Bros proprietaria dei diritti sul classico di J.R.R Tolkien del 1954. La nascita di questa partnership è stata possibile dopo la conclusione della causa legale tra la Warner e gli eredi di Tolkien, costata agli studios 80 milioni di dollari per via di scorrettezze sulle partecipazioni ai profitti del film e del merchandising.

Come riportato da VarietyThe Hollywood Reporter, l’intenzione è quella di dare alla serie un’attitudine molto simile a quella del Trono di Spade: vada per le scene di sesso, sir friendzone e zie un po’ troppo affettuose ma per carità di Dio, questa volta lasciate stare Sean Bean!!!

In ogni caso, la strada per scoprire chi a Mordor è un targaryen è ancora lunga, come giustamente sostiene Jeff Bezos, amministratore delegato di Amazon. Al momento non sono presenti sceneggiatori nè registi pronti per reinterpretare il classico tolkeniano.

La versione cinematografica

Con Il Signore Degli Anelli, Peter Jackson ha realizzato la trilogia più redditizia della storia del cinema, incassando al box office qualcosa come 3 miliardi di dollari. I film, usciti nelle sale tra il 2000 e il 2003 – La Compagnia dell’Anello, Le Due Torri, Il Ritorno del Re – sono stati tutti candidati agli Accademy come Miglior Film. Ma è Il Ritorno del Re a fare incetta di premi aggiudicandosi 8 Oscar, tra cui Miglior Film, Miglior Regia e Miglior Sceneggiatura non Originale.

Jackson tornò al timone di un’altra trilogia di matrice tolkeniana, dal 2012 al 2014, con l’adattamento cinematografico de Lo Hobbit.

Pubblicato da Giuseppe Naso

Classe 1985, alessandrino di provenienza, ragioniere per il rotto della cuffia e bassista con puntualitá da "open bar", amo la carbonara, la cinematografia anni 80/90 e "Welcome to the Sky Valley" è il cd più bello del mondo!