Attualità

Il vescovo Mogavero contro Salvini con il Rosario: “Chi è con lui non può definirsi cristiano”

Un nuovo duro attacco del vescovo di Mazara Del Vallo, Domenico Mogavero contro il ministro dell’interno, Matteo Salvini. L’anatema del vescovo contro il ministro questa volta è stato lanciato dopo che quest’ultimo aveva mostrato la coroncina del Rosario durante un comizio della Lega. Gesto che ha fatto infuriare il vescovo Mogavero ma anche una buona fetta di credenti che hanno visto in quel gesto proprio un vero e proprio atto di strumentalizzazione e non con l’intento di “evangelizzare” ma di raccattare voti. Il tutto è avvenuto alla vigilia delle prossime elezioni europee.

Uno scontro aperto

L’utilizzo dei simboli religiosi per fare politica in effetti non è proprio di buon gusto, proprio perchè si

matteo-salvini-con-il-rosario-1159779
Il ministro Salvini bacia il Rosario

potrebbe andare ad urtare la sensibilità dei credenti. E così è successo. Durante l’ultimo comizio di Salvini a Milano, quest’ultimo ha invocato i santi patroni dell’Europa mostrando alla folla una coroncina del Rosario. Dopo di ciò, proprio davanti la statua della “Madonnina”, lo stesso ministro ha lanciato una frecciatina anche a Papa Francesco in fatto di migranti: “Con l’azione di governo ho dato risposte con fatti non con parole. Lo dico anche a Papa Francesco, che ha detto “bisogna ridurre i morti nel Mediterraneo”: il governo sta azzerando i morti nel Mediterraneo, con orgoglio e spirito cristiano”.

Il vescovo furioso

L’utilizzo (improprio) del Rosario ed una velata invettiva contro Papa Francesco, hanno fatto infuriare il vescovo di Mazara Del Vallo (TP), Mons. Domenico Mogavero. Quest’ultimo da Roma, dove si trova per la riunione di vescovi italiani, ha fatto sentire la sua voce proprio contro il ministro dell’interno. “È ora di finirla. Non possiamo più stare zitti di fronte alle sparate di un sempre più arrogante ministro della Repubblica – ha spiegato Mogavero – Non possiamo più permettere che ci si appropri dei segni sacri della nostra fede per smerciare le proprie vedute disumane, antistoriche e diametralmente opposte al messaggio evangelico. Chi è con lui non può dirsi cristiano perché ha rinnegato il comandamento dell’amore”. Mons. Mogavero non è nuovo per le sue critiche contro il ministro, lo scorso anno 2018 infatti aveva dichiarato che la visione politica di Salvini è incompatibile con il Vangelo.

Tag

Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista! Twitter: @Azzarag91

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close