Infront, Arrestato Andrea Baroni per Riciclaggio

Infront, Arrestato Andrea Baroni per Riciclaggio

Guai giudiziari per Andrea Baroni, socio della Tax and Finance e consulente dell’Infront Italy, società leader in Italia nella gestione dei diritti televisivi. Il giudice per le indagini preliminari di Milano, Giuseppe Gennari, ha disposto, nella giornata di venerdì scorso, l’arresto per il noto fiscalista italiano, con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio.

Secondo le indagini condotte dalla procura del capoluogo lombardo, Baroni avrebbe «turbato il procedimento amministrativo diretto a stabilire il contenuto dei bandi», per la vendita dei diritti tv per il triennio 2015-2018, oltre a «turbare il corretto e imparziale svolgimento delle gare al fine di condizionare le modalità di scelta violando i canoni di trasparenza e leale correttezza». Il bando per l’assegnazione dei diritti tv è stato curato, nella fattispecie, da Marco Bogarelli, numero uno di Infront Italy, finito anch’egli sul registro degli indagati per turbativa d’asta e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente. Inoltre, tra i clienti del fiscalista residente a Lugano, figura anche il nome di Bee Taechaubol, il broker thailandese impegnato nella trattativa con Silvio Berlusconi per l’acquisizione del 48% del pacchetto azionario del Milan Football Club.

Gli inquirenti, dunque, sono al lavoro per portare alla luce eventuali collegamenti tra il movimento di fondi esteri messo in moto da Baroni e i protagonisti della trattativa per la ridefinizione delle quote societarie rossonere. Che stia per iniziare un nuovo, ennesimo scandalo del calcio italiano?

 

Diplomata in sociopsicopedagogia con formazione da Educatrice. Appassionata di Musica, Teatro, Cinema, Televisione e tutte le forme d' arte. Amo la scrittura e la lettura di qualsiasi notizia.