iPhone 6s Ultime Notizie: Novità e Funzioni

Quando si parla di prodotti Apple, in particolare di iPhone, la fantasia galoppa e l’eccitazione sale alle stelle. Chiedersi come sarà la prossima generazione di smartphone dell’azienda di Cupertino e quali novità introdurrà è un esercizio a cui si sottopongono tutti, dagli utenti agli addetti dei lavori.

A volte si può contare sui rumors, com’è successo di recente con la doppia fotocamera o con le previsioni di un famoso analista di mercato, mentre altre volte ci si affida maggiormente all’immaginazione, com’è accaduto con i rendering realizzati da un noto designer appassionato del brand della mela morsicata. Questi ultimi però non erano del tutto campati in aria, al contrario si basavano su alcuni brevetti recenti depositati da Apple.

Proprio questa è anche la strada intrapresa in questi giorni dagli addetti ai lavori di Phone Arena, che hanno raccolto tutti i brevetti Apple riguardanti gli smartphone, per avanzare alcune ipotesi sulle loro funzioni future. Eccone di seguito alcune molto interessanti:

  • Display laterali capaci di funzionare come bottoni virtuali, ma anche di visualizzare aggiornamenti e di ricoprire dinamicamente diverse funzioni, ad esempio a seconda del contesto o dei contenuti visualizzati, un po’ come accade attualmente con la parte curva del display del Samsung Galaxy S6 Edge.

Immagine1

  • Sensore biometrico integrato nel display. In pratica, secondo il brevetto, sarebbe l’intero schermo a poter svolgere la funzione di riconoscimento delle impronte digitali. Per farlo sarebbe possibile poggiare fino a quattro dita su un punto qualsiasi della superficie.

Immagine2

  • Rivestimento impermeabile per l’hardware. Molti smartphone e tablet attuali sono certificati per resistere alle infiltrazioni di liquidi, ma non gli iPhone. In futuro però Apple potrebbe percorrere una strada diversa, non impedendo all’acqua di entrare nel dispositivo ma piuttosto isolando i componenti hardware interni tramite la deposizione di un sottilissimo strato di un materiale idrorepellente vaporizzato che impedisca il contatto tra circuiti e liquido.

Immagine3

  • Pulsante Home estraibile, che può essere utilizzato come joystick. Si tratta di un brevetto piuttosto curioso e forse un po’ geek che, tramite l’integrazione di un meccanismo a pressione, consentirebbe di estrarre il pulsante e di utilizzarlo come joystick analogico per interagire con i videogiochi.

Immagine4

  • Tecnologia single sensor multi-lens camera. Come sappiamo recentemente Apple ha acquistato LinX, azienda specializzata proprio in tecnologie multi-imaging, soluzione che consentirebbe ad esempio di utilizzare un solo sensore sia per la fotocamera anteriore che posteriore, risparmiando spazio, oppure di abbinare più tipi di obiettivo, ad esempio normale, grandangolare o tele, allo stesso sensore. Il brevetto inoltre cita anche la presenza di un sistema di specchi fissi che, tramite campi elettrici, possono essere riflettenti o meno, così da guidare la luce verso il sensore, senza che quest’ultimo sia esattamente dietro all’obiettivo.

Immagine5

  • Stabilizzazione ottica dell’immagine tramite attuatori di specchi inclinabili. Si tratta in pratica di una tecnologia simile a quella appena accennata. In pratica sempre un sistema di specchi, questa volta non fissi ma mossi da attuatori, si occuperebbe di compensare i movimenti dello smartphone prodotti dall’utente, producendo immagini stabili e prive di tremolii fastidiosi. Allontanando il sensore dall’obiettivo inoltre è anche possibile integrare un meccanismo di zoom ottico e non digitale, ossia con sistemi di lenti che scorrono, posizionato in verticale, così da non aumentare a dismisura lo spessore del dispositivo stesso.

Immagine7

  • Confezione che consente la personalizzazione del device. Una sorta di tecnologia a contatto, come ad esempio l’NFC, tramite cui l’utente, poggiando il proprio vecchio terminale su un punto preciso della confezione del nuovo, avvierebbe un processo di trasmissione delle impostazioni e delle personalizzazioni, ottenendo così uno smartphone perfettamente personalizzato già out-of-the-box. I nuovi dispositivi inoltre dovrebbero integrare una nuova tecnologia di gestione dei consumi, che gli consenta di restare in uno stato di semi-standby, in modo da poter attivare la procedura di configurazione in qualsiasi momento. Ovviamente se la tecnologia dovesse essere basata sull’utilizzo di chip NFC sarebbe compatibile solo con gli attuali iPhone 6 e 6 Plus, visto che i precedenti modelli ne sono sprovvisti.

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.