Italia – USA: probabili formazioni, curiosità e dove vedere la partita

Gara amichevole per la nazionale italiana che, dopo essere stata elimita dalla Nations League, affronta gli Stati Uniti.

FBL-FRA-EURO-2016-LOGO-ITA

Torna la nazionale di calcio italiana per una gara amichevole contro gli Stati Uniti d’America, archiviata la Uefa Nations League dopo il pareggio senza reti contro il Portogallo, gli azzurri scendono di nuovo in campo per riuscire a trovare finalmente la via del gol e dare spazio ai nuovi talenti. Partita che si preannuncia divertente con entrambe le squadre libere di esprimersi senza pressioni e che si svolgerà in Belgio, nello stadio casalingo del Genk la Luminas Arena alle 20:45 e che sarà visibile in chiaro su Rai Uno.

Italia

Il problema della nazionale italiana è il gol, nonostante nelle ultime partite gli azzurri siano arrivati sotto rete numerose volte la finalizzazione resta il tormento di Roberto Mancini.  Il c.t. ha provato a invertire la tendenza alternando gli attaccanti e testando anche il “falso nueve” senza ottenere risultati accettabili. In attesa che Immobile e Belotti ritrovino la via del gol nell’amichevole contro gli USA largo alle alternative, sale infatti l’attesa verso il debutto dei giovani convocati come Tonali per cui ha espresso curiosità il c.t. stesso. In conferenza stampa Mancini ha poi reso noto che partirà titolare in attacco l’attaccante dell’Udinese Kevin Lasagna, mentre in porta toccherà al granata Sirigu difendere i pali, poi a replicato ad una domanda sul problema delle reti affermando:<< è un problema, perché se non lo fai non vinci. Certo, siamo stati anche un po’ sfortunati, con il Portogallo per esempio il portiere avversario ha fatto grandi parate. La ruota girerà prima o poi, abbiamo attaccanti che sanno buttare dentro la palla. L’importante è aver creato almeno venti palle gol nelle ultime tre partite. Domani voglio vedere una squadra propositiva, che attacchi sempre. Giocherà chi fino, a questo momento, lo ha fatto poco. Mi aspetto tanta voglia di dimostrare>>, poi stuzzicato sull’utilizzo dei più giovani ha risposto:<< Si, anche noi siamo curiosi di vederli all’opera. Penso potranno avere delle possibilità. Sensi è uno che nasce play e che poi si è spostato a fare l’interno. Stessa cosa per Tonali, che gioca centrale ma che può farlo anche in posizione defilata. Se sono emozionati? Sicuramente un po’ lo sono. In nazionale coroni il sogno che hai da bambino e allenarsi con giocatori che hanno vinto tutto è bello. Poi però qui devi rimanerci e per riuscirci devi giocare bene>>. L’obiettivo di questa amichevole è vincere sbloccando gli attaccanti, date le numerose defezioni è inevitabile che il c.t. opti per una formazione alternativa con le novità Rugani ed Emerson Palmieri in difesa, Gagliardini a centrocampo, Lasagna, Politano e Berardi nel tridente offensivo:

Sirigu, De Sciglio, Bonucci, Rugani, Emerson Palmieri, Gagliardini, Verratti, Barella, Berardi, Lasagna, Politano

USA

Gli Stati Uniti come l’Italia non hanno partecipato ai Mondiali di Russia 2018 e adesso devono compiere il medesimo processo di rinnovamento e crescita, l’allenatore Sarachan può contare su molti giovani tra cui spiccano il figlio di Weah, attaccante anche lui come il padre, ed il talento del Borussia Dortmund Pulisic. Contro l’Italia largo all’undici migliore schierato col 4-2-3-1:

Horvath, Yedlin, Carter-Vickers, Brooks,Cannon, Acosta, Trapp, Pulisic, Gall, Weah, Sargent