Lavorare ad Amazon? Per il New York Times è un inferno

Amazon diventa una Banca, a breve anche in Italia

Secondo il New Yort Times lavorare per Amazon non è tutto rose e fiori. Nonostante sia uno dei posti di lavoro più ambiti, i dipendenti del colosso dell’e-commerce richiederebbe ai propri dipendenti anche turni di lavoro di 80 ore settimanali.

«A Seattle c’era chi lavorava anche 80 ore a settimana, venivano praticamente costretti, alla fine tutti lo facevano per ottenere una promozione ma non di rado si verificavano crisi di pianto, con dipendenti disperati sulle loro scrivanie» è quanto dichiarato dall’ex responsabile marketing Bo Holsen al New York Times.

L’ex dirigente ha inoltre continuato le sue dichiarazioni affermando che: «A tutti i nuovi assunti veniva detto: Dimenticate tutte le brutte abitudini consolidate con i vostri precedenti lavori. Non so cosa intendessero per brutte abitudini, ma i dipendenti venivano controllati anche quando andavano in bagno».

Quanto dichiarato da Holsen potrebbe essere anche una sorta di vendetta nei confronti di Amazon, ma il fondatore dell’azienda di e-commerce Jeff Bezos sembra non aver gradito molto queste dichiarazioni.

Leggi anche: