Lavoro

Lavoro, Uso improprio di Facebook causa disoccupazione

L’uso improprio di Facebook causa disoccupazione: è questo il risultato di un’inchiesta apparsa su Repubblica recentemente. I candidati, spesso, non trovano lavoro a causa dell’uso sconsiderato del celebre social network. Pubblicazioni “sbagliate”, tag di foto improprie: questo e molto altro non permette alle persone di trovare lavoro.

I social network sono armi a doppio taglio: saperli utilizzare è sicuramente una cosa buona, in quanto la tecnologia ci permette di essere al passo con i tempi. Ma un uso sconsiderato degli stessi può essere sbagliato: il dato emerge grazie all’agenzia interinale Adecco, chiamata Work Trends Study, che in Italia ha coinvolto 143 reclutatori e 2742 candidati.

Ma non solo Facebook può essere deleterio: nell’occhio del ciclone anche il celebre social network Twitter. Occhio dunque, a ciò che pubblicate, se siete candidati alla ricerca di un lavoro.

Tag

Marta Millauro

Neolaureata all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia in giornalismo a stampa, radiofonico e televisivo. Giovane ventitreenne redattrice per calciomercato-Inter.it, Newsly.it e NailsArt.it. Appassionata di scrittura e di moda, ottima fruitrice di film, documentari e serie tv. Viaggiatrice curiosa che ama il confronto con il diverso.
Back to top button
Close
Close