Lione-Besiktas, inizio ritardato per scontri e lancio di petardi

Il match Lione-Besiktas è stato ritardato per motivi di ordine pubblico. I tifosi turchi hanno costretto quelli francesi a riversarsi sul campo da gioco per evitare di essere colpiti da fumogeni ed oggetti.

Il match di Europa League LioneBesiktas ha visto il proprio fischio d’inizio ritardato di una buona mezz’ora, o forse qualcosa di più, per problemi di ordine pubblico dovuto ai tifosi turchi che hanno lanciato dei fumogeni ai tifosi francesi obbligati ad entrare in campo. Ne sono derivati anche scontri tra le tifoserie.

Uno dei quarti di finale di Uefa Europa League non si sta giocando. La partita in questione è quella che si dovrebbe disputare al Parc Ol di Lione fra Lione, appunto, e Besiktas. L’arbitro della sfida Antonio Miguel Mateu Lahoz ha dovuto rimandare il fischio d’inizio per via del lancio di petardi e oggetti da parte dei supportes provenienti dalla Turchia verso i tifosi padroni di casa che sono stati costretti all’invasione di campo per non essere colpiti.

Questi scontri, peraltro, sarebbero solamente una conseguenza di quello che è avvenuto all’esterno dello stadio che ha visto altri problemi di ordine pubblico fra le due tifoserie che quindi hanno continuano a “battibeccarsi”. La partita, comunque, dovrebbe riprendere a breve e, per ovvi motivi, ci sarà un nettissimo ritardo rispetto agli altri campi all’interno dei quali, nel frattempo, si stanno giocando gli ultimissimi minuti dei loro rispettivi primi tempi.

Era presente allo stadio anche Hollande, premier francese che ha, dunque, assistito all’ennesimo disordine pubblico all’interno di uno stadio di calcio.