Marco D’Amore (Ciro Di Marzio) a teatro con American Buffalo

Marco D'Amore (Ciro Di Marzio) a teatro con American Buffalo

Marco D’Amore recita a teatro a Roma in “American Buffalo”

L’attore Marco D’Amore, che interpreta Ciro Di Marzio nella serie di successo mondiale Gomorra, è un talentuoso professionista e lavora anche per il cinema e il teatro, la sua passione. Marco D’Amore è in American Buffalo, che viaggia oltreoceano e dalle periferie delle grandi metropoli cosmopolitane della East Coast fino al ventre di Napoli, come regista e interprete dal 30 settembre fino al 23 ottobre al Piccolo Eliseo di Roma. Lo spettacolo venne scritto nel 1975 e poi arrivo al cinema circa venti anni dopo con Dustin Hoffman nel ruolo di protagonista.

Poi alcuni anni fa il progetto teatrale torna a farsi strada e Mamet oggi è interpretato in napoletano; riletto e rivisitato da Marco D’Amore e dallo scrittore Maurizio De Giovanni e riportato nella lingua del popolo, in napoletano. Ieri è andata in scena l’anteprima della peace teatrale e il ricavato dei biglietti è stato devoluto in beneficenza per le città colpite dal terremoto, che ha sconvolto l’Italia centrale. L’opera racconta di Donato Russo, il cui soprannome è  Don, che possiede una bottega ricca di oggetti e cianfrusaglie americane. La sua vita si incrocia con quella di Mamet e della sua scrittura.

Marco D’Amore si esprime in un personaggio diversissimo dal suo Ciro ma non per questo meno amato agli occhi del pubblico che lo guarda attonito e che lo segue nella sua professione teatrale. Ciro sarà anche il suo personaggio più famoso, ma nulla a confronto con i ruoli tormentati e più veritieri che può regale il mondo del teatro: improvvisazione, verità e tecnica vado di pari passo con il sentimento e la passione che D’Amore esprime per il suo lavoro.

Leggi anche:

Laureanda in Letterature Moderne Comparate per il Corso di Laurea in Filologia Moderna, ho diversi anni di esperienza presso testate giornalistiche online, blog culturali e magazine. Mi occupo di serie tv, cinema, letteratura e credo che la cultura l'unica strada che ci può rendere migliori. Ho scelto la scrittura come forma d'arte per cambiare il mondo