MetroNapoli linea 1: la più bella d’Europa ma anche la più lenta

MetroNapoli linea 1: la più bella d’Europa ma anche la più lenta

La metropolitana di Napoli, linea 1,  è ritenuta la più bella d’Europa, ma per i passeggeri è la più lenta e la più calda. La linea 1 della metropolitana dell’ANM di Napoli, detta anche linea gialla, è sicuramente un fantastico tour tra opere d’arte moderne e storiche. Un tuffo nel nostro passato grazie ai ritrovati romani circa 3000. La celebrazione dell’espressione artistica contemporanea. Una mostra perenne dei progetti di architetti di fama internazionale, dove si fonde funzionalità ed eleganza. Un museo sempre aperto e visitabile da tutti. TripAdvisor la definisce “la metro più bella d’Europa” e gli da ben 5 stelle. Tanto bella che l’ANM ha stabilito un tour chiamato “Metro Art Tour” al solo costo del biglietto. Sul sito dell’ANM è possibile visualizzare l’orario delle partenze, ogni 8 minuti negli orari di punta, fino a 14 nelle fasce orarie meno popolate.

Ma questa non è la realtà. Spesso la metro passa anche ogni 20 minuti, qualche volta bisogna aspettare anche più di mezz’ora. Per non parlare dei continui guasti tecnici, delle attese chiusi nei vagoni tra una fermata e l’altra, talvolta al buio, nonché delle passeggiate nei tunnel, quando la metro si ferma e non riparte più. E poi speriamo sempre che non piova. In tal caso bisogna scongiurare l’allagamento. Ci sono stazioni, come “quattro giornate” in cui d’inverno ci piove. E poi, quando arriva l’estate, l’ANM offre anche il servizio sauna, niente area condizionata nei vagoni. Quindi dopo mezz’ora sulla banchina tocca anche fare il viaggio a stretto contatto, “a core a core”, come si dice a Napoli, con altre persone accaldate ma spesso anche sudate. Infine, bisogna precisare che l’arte, architettura e la meraviglia si ferma al centro di Napoli, ma vengono sostituite dal degrado se ci si allontana verso la periferia, soprattutto a Scampia.

Lelia Paolini è nata a Viareggio. Vive in Versilia con i tre figli, due gatti e un marito. Fra le sue più grandi passioni leggere, scrivere, ridere, viaggiare. Sogni nel cassetto: scrivere il romanzo del secolo e stabilirsi in un cottage in Scozia, vista Oceano.