Michele Santoro su Rai 2, Anticipazioni seconda puntata “Italia”: ospite Roberto Saviano

Nuovo Programma di Santoro su Rai 2: sarà Italia

Michele Santoro e il suo dirigibile “Italia” tornano, giovedì 15 dicembre, alle ore 21.10 su Rai2, con “La botta” di Francesca Fagnani e Dina Lauricella

Michele Santoro ritorna con la seconda puntata del suo “Italia” (nome derivato dal famoso dirigibile di Umberto Nobile). Lungo e interessante l’elenco dei protagonisti del reportage di stasera: Roberto Saviano, il giornalista Gad Lerner, padre Alex Zanotelli e il rapper di origini ghanesi sulla cresta dell’onda in questo periodo, ovvero Bello FiGo. E non mancherà la partecipazione di Giulia Innocenzi, con le sue “incursioni” dal web, e il ritorno della comicità per vignette fatta da  Vauro.

MICHELE SANTORO: ANTICIPAZIONI E PROGRAMMA DELLA SECONDA PUNTATA DI “ITALIA” – La seconda tappa del viaggio di Italia si svolge Ponte di Nona e Tor Bella Monaca, due delle più “esplosive” delle periferie romane, luoghi abbandonati dove continua a covare quella rabbia, frustrazione e odio per le classi dirigenti che hanno portato una percentuale bulgara di “No” al referendum (circa il 70% in queste zone). Una “botta”, insomma, come la “botta” che arriva dopo il primo tiro di cocaina.

Il tema del reportage riguarda proprio le periferie romane e come stiano diventando sempre più simili a quelle napoletane, con piazze di spaccio a cielo aperto e il traffico di droga come unica fonte di guadagno e benessere per un intera popolazione che è stata lasciata fuori da tutte le possibilità di miglioramento personale: dal lavoro, dall’istruzione, dalla vita.

Si discuterà dei caratteri che contornano queste periferie: aumento delle disuguaglianze, ascensore sociale bloccato, paura per la perdita di identità legata alla paura dell’immigrazione di massa. È dalle ferite di questa città nella città e dal “ceto medio disagiato” che il nuovo governo Gentiloni dovrebbe ripartire. Rivediamo insieme uno dei momenti più intensi della prima puntata, l’intervista di Santoro a Flavio Briatore, che ha fatto molto scalpore nei giorni successivi