Migranti Sea Watch 3: stop a navigazione e sosta vicino alla nave

Salvini: “I parlamentari a bordo non hanno rispettato le norme sanitarie”.

migranti sea wacth 3

Con un’ordinanza emessa ieri dal comandante della capitaneria di porto della città di Siracusa, Luigi D’Aniello, lo specchio d’acqua all’interno della Baia di Santa Panagia, per un raggio di mezzo miglio dalla nave, “è interdetto alla navigazione, ancoraggio e sosta sia da diporto che ad uso professionale e ogni altra attività connessa agli usi civili del mare non espressamente autorizzata con qualunque unità”. 

Migranti Sea Watch: la replica di Salvini

“Io lavoro con la coscienza di uno che ritiene che salvare vite significa bloccare le partenze, sulla Sea Watch 3 non ci sono donne e bambini, ma queste persone non devono essere in mano agli scafisti che sono i veri delinquenti”, ha detto ai microfoni di Rtl 102.5 il Ministro degli Interni, Matteo Salvini. “I primi di marzo tornerò in Africa dove lavoriamo a diversi progetti di sviluppo”, aggiunge il titolare del Viminale, puntando il dito contro chi ieri è salito a bordo della Sea Watch3. “Non hanno rispettato le norme igienico-sanitarie, possono portare a terra di tutto e di più”, ha accusato il Ministro, riferendosi alla decisione di Nicola Fratoianni (LeU), Riccardo Magi (+Europa) e Stefania Prestigiacomo (Forza Italia) e del sindaco di Siracusa, Francesco Italia, di salire a bordo della nave.

Di Battista si dice favorevole allo sbarco dei migranti della Sea Watch3, per poi spedirli in aereo in Olanda. Anche Berlusconi è favorevole a portare i migranti a terra, mentre il Pd si appresta a chiedere una commissione d’inchiesta sulle stragi di migranti nel Mediterraneo.