“Moonlight”, uscita anticipata a febbraio: Trama e Trailer

L’acclamato film di Barry Jenkins sarà in sala dal 23 febbraio

Presentato a diversi festival internazionali e film d’apertura dell’ultima Festa del Cinema di Roma 2016Moonlight di Barry Jenkins sta raccogliendo critiche positive e premi ovunque a cominciare dal Golden Globe per il miglior film drammatico. Un film la cui uscita nelle sale italiane sembrava inizialmente prevista per marzo. Invece- salvo i soliti imprevisti distributivi dell’ultimo minuto- pare che la distribuzione in sala sia stata anticipata al 23 febbraio.

Di sicuro l’attesa è tanta per quello che è uno dei principali contendenti agli Oscar 2017, insieme a La La Land (da domani in sala) e a Manchester by the Sea (anche questo in sala a febbraio). E Moonlight vanta ben otto candidature: miglior film, migliore regia, miglior attore non protagonista (Mahershala Ali), migliore attrice non protagonista (Naomie Harris), migliore sceneggiatura non originale, migliore fotografia, miglior montaggio e migliore colonna sonora.

Trama

Tratto dall’opera teatrale di Tarell Alvin McCray In Moonlight Black Boys Look Blue, il film di Barry Jenkins (al suo primo lungometraggio dopo aver diretto diversi cortometraggi) racconta la difficile adolescenza del giovane Chiron (interpretato da adolescenteda Ashton Sanders e da adulto da Trevante Rhodes), afroamericano di Miami cresciuto in un quartiere violento con una madre tossicodipendente (Naomie Harris) e un rapporto d’amore con il suo migliore amico Juan (Mahershala Ali).

Ecco il trailer

 

Condividi
Laureato in DAMS all'Università degli Studi di Torino e diplomato in Filmmaking presso la Scuola Holden, ha frequentato diversi workshop di sceneggiatura e critica cinematografica, formando la sua esperienza anche presso alcuni Festival cinematografici (Torino, Bobbio e Venezia). Già redattore presso "Darkside Cinema" e "L'Atalante", è autore di racconti, soggetti e sceneggiature, nonché regista di un cortometraggio, "Interno familiare". Nel 2016, un suo soggetto per lungometraggio è stato tra i finalisti al Pitch in The Day- Concorso Opere prime.