Moviola Juventus-Torino, rosso per Acquah c’era?

La moviola di Juventus-Torino: discutibile la decisione su Acquah. Il secondo giallo è generoso (così come il primo). Espulso anche Sinisa Mihajlovic ...

La moviola di Juventus-Torino gira tutto intorno al cartellino rosso per Acquah. La domanda è semplice: la doppia ammonizione c’era? La prima polemica scaturisce dal fatto che la decisione è arrivata dal quarto uomo. Mihajlovic ovviamente non l’ha presa benissimo tnato da meritarsi un’ulteriore espulsione. L’ara del derby, insomma, si è sentita ed era anche pesante.

Siamo al ’57 del secondo tempo. Acquah interviene su Mandzukic in tackle. L’entrata è dura, ai limiti, ma prende in pieno la palla. L’arbitro estrae il secondo giallo su segnalazione del quarto uomo Costanzo. Oggetto di discussione anche il primo cartellino giallo che Acquah si è meritato per un presunto tocco al volto su Dybala. L’attaccante bianconero mima dolore al volto ma in realtà il colpo è alla nuca, sul retro del capo.

Entra quindi in gioco il concetto di imprudenza: siamo al limite ma un cartellino rosso, in queste condizioni, nel derby della mole tra Juventus e Torino scatena ovviamente i tifosi e, inevitabilmente, la moviola che, anche quest’anno, terrà banco ancora a lungo (e l’espulsione di Mihajlovic contribuirà ulteriormente).

Al termine della gara (siamo all’86-esimo) Bonucci va duro su Belotti: per l’arbitro non c’è nulla ma l’impressione è che il fallo ci fosse. In questo caso non arriva alcuna segnalazione.

Napoletano di nascita e cilentano d’adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter