Attualità

Nuova opera di Sirante vicino la sede del PD a Largo del Nazzareno

Continuano ad apparire opere di Street Art a sfondo politico a Roma, che narrano con impeccabile ironia l’attuale situazione in cui versa il Paese.

Questa mattina al centro di Roma, proprio a Largo del Nazzareno, dove si sta riunendo la direzione del PD, è comparsa una nuova opera di street art realizzata e firmata da Sirante, intitolata “L’incendio del Nazareno”.

Si tratta di un quadro in cui si vede Matteo Renzi che porta sulle spalle Silvio Berlusconi per metterlo in salvo. Altre figure rappresentano Maria Elena Boschi, Matteo Orfini, Denis Verdini e altri.
L’opera è ispirata all’affresco di Raffaello “Incendio di Borgo”, che si trova nei Musei Vaticani.

Sirante-Nazzareno

Il dipinto corredato da una larga cornice dorata in polistirolo attaccata al muro, è accompagnato dal cartellino in semplice carta bianca, anch’esso incollato al muro di fianco a destra, con la data “2018”, la tecnica utilizzata, “stampa grafica su carta” e la descrizione da cui si legge: “Il 14 febbraio 2014, inizio ad espandersi  nel Nazzareno un terribile incendio. Nel particolare si nota un partito ormai in rovina avvolto dalle fiamme. Un uomo plurindagato si cala dalla parete per mettersi in salvo. In primo piano si riconosce la causa di questa disfatta che trascina in salvo sulle spalle il suo vecchio mentore, sua unica e insostituibile scelta di alleanza politica. Partiranno per un lungo viaggio che li porterà a fondare un nuovo governo?” 

Questa opera fa seguito all’altra comparsa qualche giorno fa, sempre a Roma, via de’ Lucchesi, di fronte alla sede dell’Agenzia ANSA, a due passi dal palazzo del Quirinale, dal titolo ” I Bari”. In quest’ altra, Sirante, in perfetto stile caravaggesco, aveva ritratto Luigi Di Maio, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi in abiti d’epoca, intenti a giocare a carte. Anche in quella c’era una efficace descrizione dell’opera: “Sirante prende spunto da una celebre opera del suo maestro. Il quadro rappresenta una truffa. Un anziano ‘ingenuo’ sta giocando a carte con un suo oppositore il quale in complotto con un suo avversario trucca il gioco della politica. Questa scena, così teatrale, descrittiva e realistica contiene un monito morale, una condanna del malcostume, in particolare delle strategie dei politici” 

Per completezza e per dovere d’ informazione, segnaliamo che in entrambi i casi sono prontamente intervenute le forze dell’ordine, che con grande sollecitudine hanno rimosso i dipinti e portandoli via. Come da prassi è stata inviata anche l’informativa alla Procura della Repubblica.

Tag

Antonio Caporaso

Antonio Caporaso è nato a Salerno, vive a Portici. Laureato in Giurisprudenza, è fotoreporter dal 1990. Insieme con Jacopo Naddeo, dal 2016 ha costituito un laboratorio per le arti fotografiche in Pellezzano (Sa). Ha partecipato a numerose mostre e concorsi fotografici. Scrive libri e collabora con alcune riviste e case editrici nazionali.
Back to top button
Close
Close