Attualità

Nuova ordinanza di De Luca per la regione Campania sulla movida

Stop alla vendita di alcolici dopo le 22 e locali aperti fino all'una di notte

Nuova ordinanza firmata da De Luca per la regione Campania per regolamentare la movida. I bar e i locali notturni potranno restare aperti fino all’una mentre per gli alcolici sarà consentita la vendita fino alle 22.

Vediamo come funziona e cosa cambierà con l’arrivo del nuovo provvedimento che accoglie in parte le richieste del sindaco di Napoli De Magistris.

La nuova ordinanza di De Luca sulla movida

Il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca ha firmato un nuova ordinanza con la quale posticipa la chiusura dei locali della movida dalle 23 all’una di notte. Non solo perché sarà consentita la vendita di alcool fino alle 22. In pratica bar, baretti, enoteche, gelaterie, chioschi ed ambulanti avranno la facoltà di lavorare dalle 5 del mattino all’una. Dalle 22 fino all’orario di chiusura potranno somministrare bevande alcoliche solo al banco o ai tavoli, divieto invece per quanto riguarda l’asporto.

La Regione Campania ha disposto le seguenti norme:

  • vietata la vendita di bevande alcoliche da asporto dopo le 22 per qualsiasi esercizio commerciale,
  • vietato il consumo di alcolici dalle 22 alle 6 del mattino nelle aree pubbliche  come parchi e ville comunali,
  • le attività commerciali di qualsiasi natura (bar, chioschi, ecc..) dedite alla somministrazione di alcolici potranno aprire alle 5 e chiudere all’una, con l’obbligo di servire dopo le 22 gli alcolici esclusivamente al banco o nei tavolini,
  • non vi sono restrizioni e limitazioni relative all’orario di chiusura per pizzerie, pub e ristoranti.

Il commento di De Magistris

Il sindaco di Napoli ha accolto positivamente la nuova ordinanza emessa dalla Regione Campania. Nei giorni scorsi De Magistris era parso scettico in merito all’inasprimento delle misure restrittive nei confronti dei locali della movida. Per questo aveva proposto la riapertura senza limiti di bar e altre attività commerciali in netta contrapposizione alla linea di massimo rigore imposta da De Luca. Questa ordinanza sembra però avvicinare le due posizioni e il sindaco infatti ha commentato:<< Evidentemente quello che sto dicendo da alcuni giorni sta cominciando a entrare in molte teste anche perché la nostra posizione è supportata da valutazioni sanitarie e scientifiche >>.

Tag
Back to top button
Close
Close