Olimpiadi Rio 2016, Doping Usa: Squalifica per Biles e Williams?

Roland Garros Vincitrice 2015, Serena Williams trionfa a Parigi

Potrebbe scoppiare un vero e proprio caso doping che coinvolge gli Usa a meno di un mese dalla chiusura delle Olimpiadi di Rio 2016. Rischiano la squalific anche la Biles e le Williams.

Hackerato oggi il sito della Wada, l’agenzia mondiale dell’antidoping. È stata violata l’area confidential, e le accuse lanciate dagli hacker (che si sospetta essere russi) sono di certificati medici sospetti utilizzati per giustificare anomalie emerse nei test antidoping per quanto concerne diversi atleti statunitensi, come Simone Biles, 4 ori a Rio nella ginnastica, e le tenniste e sorelle Serena e Venus Williams, che non hanno brillato in Brasile e anzi, specie la prima, neanche negli ultimi giorni, quando ha addirittura perso il primato nel ranking Atp.

Dalla Wada non emergono al momento risposte in seguito a questa accusa che si ritiene essere opera di hacker russi in seguito alle esclusioni degli atleti sovietici da Rio (anche Paralimpiadi) e Tokio, sempre per doping. Va anche detto che la Wada non sempre ha tenuto una linea uniforme nel valutare i vari casi: a volte i certificati presentati sono stati sufficienti a riparare test antidoping sospetti, altre volte no. E i dubbi restano: squalifiche in arrivo?

ATLETI RUSSI ESCLUSI ANCHE DALLE PARALIMPIADI A RIO

Sono nato nel 1995 a Palermo e da qui mi piace raccontare storie dal mondo del calcio, del cinema e della musica, ma senza trascurare la mia città e le sue contraddizioni. Vero e proprio football addicted, per Newsly seguo il meglio del calcio e degli sport.