Attualità

Omicidio Loris, madre confessa: “Morto giocando con fascette”

Giungono nuove indiscrezioni riguardo all’omicidio di Loris Stival. Veronica Panarello, la madre del bimbo trovato privo di vita nel ragusano nel novembre del 2014, ha consegnato una nuova versione sull’accaduto agli investigatori e magistrati di Ragusa. Secondo la donna, infatti,  il figlio sarebbe soffocato mentre giocava con delle fascette elettriche, che lo avrebbero strangolato e, quindi, confessando un incidente avvenuto a casa, dopo aver accompagnato a scuola il figlio più piccolo.

Alla luce di tutto di tutto ciò, la polizia ha deciso di effettuare un ennesimo sopralluogo con la donna nel posto in cui sarebbe stato gettato lo zaino del piccolo Loris, e cioè a Santa Croce Camerina, nel canalone di contrada Mulino Vecchio, per valutare la veridicità ed, eventualmente, confutare le dichiarazioni della donna riguardo al tragitto compiuto quella fatidica mattina di novembre.

Ad ogni modo, la Cassazione ha confermato la custodia cautelare della madre, indagata proprio per la morte del figlio di 8 anni, motivando la decisione per “l’elevata probabilità che sia proprio lei la responsabile dell’omicidio di Loris”.

Leggi anche 

Resta aggiornato - Segui Newsly.it

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close