Ounas al Napoli, è fatta: Visite Mediche in settimana

Adam Ounas sarà il primo acquisto del Napoli. In settimana potrebbe già effettuare le visite mediche e poi sarà un giocatore a disposizione di Maurizio Sarri.

Il Napoli si muove sul mercato e si aggiudica Adam Ounas che, proveniente dal Bordeaux, dovrebbe sottoporsi alle visite mediche di routine in settimana. Il francese è un esterno offensivo classe 1996 che potrebbe occupare anche il ruolo da trequartista. Il giovane verrà pagato 10 milioni di euro.

Anche il club di Aurelio De Laurentiis staccato il primo assegno multimilionario di questa sessione di calciomercato. E’ in arrivo dalla Francia il primo rinforzo per Maurizio Sarri. Ounas vestirà la casacca della società partenopea con lo scopo di entrare a far parte della rosa napoletana e aiutare i propri compagni a vincere un qualche trofeo che dalle parti di Napoli manca da tanti anni.

Adam Ounas è un esterno offensivo molto giovane; il ragazzo è un classe ’96 proveniente dal Bordeaux. E’ un giocatore molto duttile, di quelli che piacciono al tecnico ex Empoli poiché potrebbe ricoprire anche il ruolo da trequartista grazie alle sue doti calcistiche elevate ma ancora migliorabili. Ounas ha nella rapidità e nella velocità le sue caratteristiche migliori ma è anche molto bravo tecnicamente tant’è che è abilissimo a saltare il proprio marcatore nell’uno contro uno. Già durante lo scorso mercato estivo Giuntoli aveva sondato il terreno per il giocatore ma non aveva affondato il colpo mentre quest’anno si è convinto e ha battuto la concorrenza della Roma e dello Zenit per regalare a Sarri un giovane di prospettiva.

Adama Ounas: i numeri della sua stagione

Il classe 1996 ha disputate con la squadra francese del Bordeaux solamente due stagioni in cui ha totalizzato 60 presenza condite da 10 reti. In questo campionato di Ligue 1 in cui ha portato il Lione al sesto posto in classifica. La cifra del trasferimento si aggira intorno ai 10 milioni di euro mentre il giocatore dovrà firmare un quinquennale appena termineranno le visite mediche che potrebbero essere effettuate già durante questa settimana.