Palermo Calcio a Rischio Fallimento: Debiti per 120 milioni?

Solito caos intorno al Palermo: la società rischia il fallimento d'ufficio, nel mentre sono in alto mare le operazioni per il closing tra Baccaglini e Zamparini

Sempre più tempesta in casa Palermo Calcio. Il club siciliano avrebbe contratto negli anni debiti per oltre 100 milioni, divenuti 120 al termine di questa stagione travagliatissima che ha consegnato i rosanero alla Serie B, ma c’è anche il rischio di un clamoroso fallimento. Alcuni creditori spazientiti, infatti, hanno sporto denunce e segnalazioni alla Guardia di Finanza, che pare abbia accertato una voragine nei conti del club di viale del Fante per circa 120 milioni di debiti.

Le accuse nei confronti del Palermo arrivano da più parti, ma la Procura vuole muoversi con cautela e acquisire tutte le carte necessarie prima di sbilanciarsi, anche perchè una delle possibili conseguenze, se la notizia fosse confermata, è di un possibile fallimento pilotato d’ufficio della società.
Società rosanero che, nel mentre, respinge ogni accusa tramite l’avvocato Sanseverino: “Non esiste alcuna istanza di fallimento della società Palermo Calcio presentata dalla Procura. Non esiste alcuna esposizione debitoria della società per 120 milioni e a oggi non è stata eseguita alcuna attività di acquisizione di documenti o altro da parte della Finanza”. 

Closing Palermo, trattativa sempre più difficile

Mentre l’analisi dei documenti contabili e il vaglio delle testimonianze da parte degli inquirenti sono in corso, continuano i problemi sul fronte del closing. Baccaglini sempre più defilato, la sua offerta dopo la retrocessione in B è decisamente al ribasso (per le quote del Palermo pare abbia ridotto del 50% la sua precedente proposta) e Zamparini è giunto ormai al dubbio amletico di dover scegliere tra la cessione a un prezzo minore di quello pattuito o alla chiusura della trattativa, che però porterebbe il Palermo verso un sicuro fallimento. L’iscrizione alla prossima Serie B, intanto, scade il 30 giugno. Staremo a vedere nei prossimi giorni, ma filtra pessimismo su tutti i fronti.

Sono nato nel 1995 a Palermo e da qui mi piace raccontare storie dal mondo del calcio, del cinema e della musica, ma senza trascurare la mia città e le sue contraddizioni. Vero e proprio football addicted, per Newsly seguo il meglio del calcio e degli sport.