Pallanuoto, Italia-Russia 12-9: trionfo del Settebello a Palermo

In una cornice perfetta come quella della Comunale di Palermo, il Settebello vince 12-9 e si qualifica per le final eight di World League

Pallanuoto, Italia-Russia 12-9: trionfo del Settebello a Palermo 3

PALERMO – L’Italia della pallanuoto maschile supera la Russia con il risultato di 12-9 e vince ancora una volta nel proprio girone eliminatorio: il Settebello si qualifica così per la fase finale della World League in programma a giugno. In una piscina Comunale di Palermo sold out e carica a mille per un evento che da queste parti mancava da circa sei anni, i ragazzi di Sandro Campagna interpretano al meglio la partita, concedendosi alcune pause ed errori anche marchiani, ma riuscendo sempre a mantenere i nervi saldi e un discreto vantaggio sugli ospiti.

IL RACCONTO DEL MATCH – Parte bene l’Italia, che trova la prima rete dell’incontro con un bel diagonale di Di Fulvio: la Russia però reagisce e ribalta tutto con Lisunov e Merkulov, prima del pareggio firmato ancora dal numero 2 azzurro che chiude la prima frazione sul 2-2. Pausa breve e di nuovo in vasca, stavolta sono gli ospiti a mettere la freccia ancora col temibile numero 7, ma il Settebello decide di fare sul serio e sfrutta finalmente una superiorità numerica con Renzuto Iodice e si porta sul 4-3 con la beduina di Aicardi, alla quale risponde però Lazarev a meno di due minuti dal termine del primo tempo: 4-4 il parziale.

UN PIZZICO DI PAURA – Pausa lunga che fa rinfrescare le idee alla squadra di Campagna, che spinta da un pubblico calorosissimo rientra in vasca alla grande e comincia il proprio show: 3/5 in superiorità numerica, con le trasformazioni su azioni insistite ma perfette del siciliano Gallo, di Cannella, e – dopo aver assistito al 6-5 di Lisunov e al 7-5 di Velotto – di Renzuto Iodice, tra i migliori nella serata palermitana, che fissa il punteggio dopo il terzo quarto sull’8-5. Ultima pausa breve che fa da preludio a un ultimo quarto scoppiettante: massimo vantaggio azzurro con Aicardi. 9-5, poi break di +3 della Russia che prova a metterci paura con Lisunov (due volte) e Merkulov a metà frazione. A questo punto il Settebello si scatena e trova con Di Fulvio (il migliore), Velotto e capitan Figlioli il nuovo massimo vantaggio a +4, aggiustato sul +3 dalla marcatura inutile e quasi allo scadere di Ashaev.

HA VINTO PALERMO – L’Italia stacca il biglietto per Mosca, con le final eight di World League che possono riservare grandi soddisfazioni: la Russia perde stasera, ma si qualifica lo stesso in qualità di paese ospitante della manifestazione. Alla fine, dunque, ha vinto anche Palermo e la macchina organizzativa perfetta messa in piedi dallo sforzo congiunto del Comune e del TeLiMar, che hanno regalato ai circa mille spettatori presenti un evento di spessore, emozionante e assolutamente internazionale.

Giorgio Billone

Sono nato nel 1995 a Palermo e da qui mi piace raccontare storie dal mondo del calcio, del cinema e della musica, ma senza trascurare la mia città e le sue contraddizioni. Vero e proprio football addicted, per Newsly seguo il meglio del calcio e degli sport.