Papa Francesco Udienza oggi 2 maggio 2018: “Il diavolo divide, Dio unisce”

Papa Francesco durante l’udienza ha incentrato il suo discorso sul sacramento del Battesimo, chiarendo l’importanza di “Dio che unisce”

Papa Francesco durante l'udienza generale del mercoledì

Alle 09:20 di stamane, Papa Francesco ha fatto il suo ingresso a Piazza San Pietro, per la consueta udienza generale del mercoledì. Oggi, dopo qualche tempo, il Santo Padre durante il consueto giro tra i fedeli a bordo della papamobile, ha fatto salire a bordo di quest’ultima, tre bambini e tre bambine. Questi indossavano una scritta che recitava: “Coraggio di spendere la vita”. Quindicimila i fedeli in Piazza San Pietro, tra i quali alcuni fedeli della provincia di Palermo accompagnati dall’arcivescovo Corrado Lorefice ed anche una delegazione di sindaci della provincia di Palermo tra cui il sindaco Leoluca Orlando e Francesco Giunta di Termini Imerese.

Le parole del Pontefice

Il Battesimo, prevede dei riti che si svolgono durante la funzione, ma andiamo per gradi. L’acqua è

Il Battesimo

sicuramente un elemento fondamentale per il battesimo, “in essa infatti – ha spiegato il Pontefice – viene invocata la potenza dello Spirito affinché abbia la forza di rigenerare e rinnovare.

Essa dunque è matrice di vita e di benessere e pertanto la Chiesa invoca l’azione dello Spirito sull’acqua: “perché coloro che in essa riceveranno il Battesimo, siano sepolti con Cristo nella morte e con lui risorgano alla vita immortale”. I riti che precedono il battesimo dunque, sono atti a benedire e santificare l’acqua del fonte, in preparazione a quello che sarà il battesimo.

Rinunciate a Satana

Dopo aver preparato l’acqua per amministrare il battesimo, bisogna disporre il cuore per accedere al Battesimo. In questa fase infatti avvengono altri due riti fondamentali e strettamente connessi tra di loro: “la rinuncia a Satana e la professione di fede”. La rinuncia al diavolo vuol dire, rinunciare a colui che separa infatti , ha affermato Papa Francesco: “Il diavolo divide; Dio unisce sempre la comunità, la gente in un solo popolo”. Non è pertanto possibile aderire a Dio, ponendo delle condizioni, occorre dunque: “distaccarsi da certi legami per poterne abbracciare davvero altri; o stai bene con Dio o stai bene con il diavolo. Per questo la rinuncia e l’atto di fede vanno insieme. Occorre tagliare dei ponti, lasciandoli alle spalle, per intraprendere la nuova Via che è Cristo”.

Pubblicato da Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale.
Il mio sogno ? Diventare vaticanista!
Twitter: @Azzarag91

Allenatore-aggredito-Arezzo

Padre aggredisce l’allenatore dopo la sostituzione del figlio ad Arezzo

simone 8

“Eppur Simone”, album di debutto del napoletano Simone Spirito