Attualità

Papa Francesco udienza oggi 31 gennaio 2018: “ascoltare la parola di Dio, non chiacchierare”

Oggi, mercoledì 31 gennaio 2018, giornata della consueta udienza del mercoledì presieduta da Papa Francesco. Continuano così le catechesi sulla Santa Messa e oggi, il Santo Padre ha spiegato uno dei passaggi importanti della celebrazione, ovvero la Liturgia della Parola. Al termine dell’udienza, il Pontefice ha ricordato la figura di San Giovanni Bosco, “educatore”.

La catechesi

La liturgia della Parola è uno dei momenti più importanti della celebrazione eucaristica. È importante perché è il momento in cui viene letta la Parola di Dio e l’assemblea si pone all’ascolto di quest’ultima. “Dio parla e noi gli porgiamo ascolto, abbiamo bisogno di ascoltarlo!”, così ha spiegato Papa Francesco, il quale ha continuato, affermando che la liturgia della parola: “è come una mensa che il Signore imbandisce per alimentare la nostra vita spirituale”. Ed ancora ha spiegato il Papa che non si devono fare assolutamente commenti sulle persone durante la lettura della Parola di Dio, netto e deciso: “No alle chiacchiere”.

Il Salmo

Quando parliamo di letture, intendiamo tutti quei brani biblici che vengono letti durante la celebrazione. Uno di questi è sicuramente il Salmo Responsoriale. Proprio a tal proposito, Papa Francesco, ha spiegato l’importanza di quest’ultimo. Perché ? La funzione e quella di: “favorire la meditazione di quanto ascoltato nella lettura che lo precede. E’ bene che il Salmo sia valorizzato con il canto, almeno del ritornello. Anche le letture dei giorni feriali elargiscono, nel ciclo biennale, un grande nutrimento per la vita cristiana”.

Il vademecum

Omettere le letture è possibile ? No! A spiegarlo è stato lo stesso Papa Francesco il quale ha così affermato: “L’omissione di letture o la loro sostituzione con testi non biblici, siano proibite: esse infatti impoveriscono e compromettono il dialogo tra Dio e il suo popolo in preghiera”. Per evitare ciò, Papa Francesco ha fornito alcune indicazioni. Queste ultime: “Al contrario, la dignità dell’ambone e l’uso del Lezionario, la disponibilità di buoni lettori e salmisti, un clima di silenzio ricettivo, favoriscono l’esperienza del dialogo celebrativo tra Dio e la comunità credente”.

San Giovanni Bosco

Al termine dell’udienza di oggi 31 gennaio 2018, il Santo Padre ha salutato i presenti in Piazza San Pietro, come sempre provenienti dai quattro angoli della terra. In particolar modo si è rivolto ai giovani, ricordando loro la figura di San Giovanni Bosco. L’invito di Papa Francesco è quello di vedere in San Giovanni Bosco (padre e maestro della gioventù): “un educatore esemplare”.

Tag

Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista! Twitter: @Azzarag91
Back to top button
Close
Close