Attualità

Udienza Papa Francesco oggi 20 Dicembre: “Insegnate ai bambini a fare bene il Segno della Croce”

Si è svolta stamani la consueta udienza del mercoledì presieduta da Papa Francesco insieme ai fedeli giunti in Vaticano per l’occasione. Il nuovo ciclo di catechesi promosso dal Pontefice, vede la celebrazione dell’Eucaristia, quest’oggi lo stesso Francesco ha incentrato la sua sua meditazione sui riti di introduzione della Santa Messa. Gesti che non possono e non devono passare inosservati, poiché fondamentali per la funzione.

Dentro la celebrazione

La messa, spiega Francesco: “è composta da due parti, che sono la Liturgia della Parola e la Liturgia eucaristica, così strettamente congiunte tra di loro da formare un unico atto di culto”, da qui si dividerà in vari momenti. Perché è necessario conoscere questi segni ? Lo spiega lo stesso Papa Francesco in tal modo: “È necessario conoscere questi santi segni per vivere pienamente la Messa e assaporare tutta la sua bellezza”.

Il Segno della Croce

Tra i vari segni importanti che vengono effettuati durante le celebrazioni, uno dei più importanti è sicuramente il “Segno della Croce”. Cosa succede quando si ci segna con il Segno della Croce ? Afferma Papa Francesco: “Stiamo entrando in una “sinfonia”, nella quale risuonano varie tonalità di voci, compreso tempi di silenzio, in vista di creare

Fedeli che si segnano con il “Segno della Croce”.

 l’“accordo” tra tutti i partecipanti, cioè di riconoscersi animati da un unico Spirito e per un medesimo fine”. Pertanto è importante imparare bene ai bambini a fare il Segno della Croce, a ribadirlo è stato lo stesso Papa Francesco.

Dopo l’udienza

Natale è vicino, per tal motivo al termine dell’udienza, Papa Francesco ha salutato i presenti. In particolar modo il Pontefice ha salutato così i giovani: “Cari giovani, preparatevi al mistero del Natale del Signore con l’obbedienza di fede e l’umiltà che furono di Maria. Voi, cari ammalati, attingete da Lei quella stessa forza d’amore per Gesù che viene tra noi”. Così agli sposi: “E voi, cari sposi novelli, contemplate l’esempio della santa Famiglia a Betlemme, per praticare le stesse virtù nel vostro cammino di vita familiare”.

Tag

Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista! Twitter: @Azzarag91
Back to top button
Close
Close