Pensioni, le News di oggi (17 gennaio 2017): Ape al via entro maggio

APE, Novità: pensione anticipata per lavori usuranti

Le novità di oggi in tema di Pensioni ci arrivano dalle ultime dichiarazioni dell’economista Tommaso Nannicini: “L’Ape prenderà il volo entro maggio”

In un’intervista per “La Repubblica”, Tommaso Nannicini parla di pensioni e in modo particolare di Ape, l’anticipo pensionistico che ricopre una grande importanza nell’ultima riforma delle pensioni, e che introduce nuovamente la flessibilità in uscita, ossia la possibilità di anricipare di 3 anni e 7 mesi il pensionamento. Infatti, si potrà andare in pensione all’età di 63 anni, rispetto ai 66 anni e 7 mesi richiesti oggi.

Secondo quanto confermato da Tommaso Nannicini, l’Ape prenderà il via già dal prossimo maggio 2017, momento in cui sarà possibilie andare in pensione anticipata tramite un ‘prestito’. Le modalità di restituzione di quest’ultimo, si differenziano a seconda del tipo, ossia Ape social o Ape volontaria. La prima non prevede alcuna restituzione, la seconda sì, per mezzo di rate di 20 anni del prestito.

Potranno avere diritto all’Ape social i disoccupati di lungo periodo senza ammortizzatori sociali e senza sussidi da almeno 3 mesi; lavoratori con invalidità civile di almeno 74%; chi assiste un coniuge o parente di primo grado portatore di handicap da almeno 6 mesi. Tutti dovranno avere almeno 30 anni di contributi versati.

Inoltre potranno aver diritto all’Ape social anche chi ha 36 anni di contributi e opera come docente di scuole pre-primarie, chi opera nell’edilizia, infermiere e ostetriche, operatori ecologici, chi guida mezzi pesanti, conciatori di pelli e pellicce, badanti di persone non autosufficienti, chi lavora nelle ferrovie in qualità di conduttore e personale viaggiante e i facchini.

 

 

Condividi
Laureata in Letteratura, Musica e Spettacolo, ha studiato Narrativa e Sceneggiatura cine-televisiva. Grande appassionata di libri, film e serie tv. La scrittura, in ogni contesto, è il suo modo preferito per esprimersi, dare forma ai concetti e condividerli con il mondo.