Pil: Ocse rialza stima crescita Italia dello 0,7% nel 2015

L’ocse rivede le stime di crescita per il Pil italiano e rialza il dato dello 0,1%  portando la crescita nel 2015 ad una dato positivo pari al +0,7%. Se l’Italia cresce come prodotto interno lordo, i paesi dell’eurozona invece perdono punti e nel rapporto dell’Ocse si legge che “l’incremento dei tassi di crescita di quest’anno è incoraggiante, ma meno di quanto si sperava viste le spinte favorevoli di prezzo del petrolio più basso, euro più debole e tassi d’interesse a lungo termine più bassi”. Centrale sarà il ruolo svolto dal mercato cinese che continuerà a influenzare nel bene e nel male anche la crescita europea e l’Ocse lo sottolinea in maniera molto chiara: “Il rischio cruciale per la crescita globale è un rallentamento piu’ ampio del previsto in Cina. I dirigenti di Pechino si trovano ora di fronte la sfida politica di sostenere la crescita mentre portano avanti i cambiamenti strutturali e gestiscono i rischi”.

Tornando agli affari di casa nostra, l’Ocse dopo il contentino del rialzo per il 2015, boccia la previsione del 2016 abbassando dello 0,2% il tasso di crescita, ritoccandolo fino all’1,3%. Un dato comunque positivo ma che subisce uno stop significativo.

Laureanda in Letterature Moderne Comparate per il Corso di Laurea in Filologia Moderna, ho diversi anni di esperienza presso testate giornalistiche online, blog culturali e magazine. Mi occupo di serie tv, cinema, letteratura e credo che la cultura l’unica strada che ci può rendere migliori. Ho scelto la scrittura come forma d’arte per cambiare il mondo