Cronaca

Polizia Postale allarme spamming: “In corso maxi estorsione online”

Allarme della Polizia Postale. Da alcune settimane è in corso una maxi estorsione online. I criminali chiedono un riscatto alle vittime, minacciandole di diffondere materiale compromettente. La Polizia Postale rassicura gli utenti, invitandoli a non versare alcuna somma di denaro.

Le vittime prescelte vengono informate di un virus che avrebbe colpito la loro casella di posta elettronica, mentre visitavano siti per adulti.

“Un’invenzione dell’autore del reato – fa sapere la Polizia – elaborata al solo scopo di gettarci nel panico ed indurci a pagare la somma illecita: è tecnicamente impossibile, infatti, che chiunque, pur se entrato abusivamente nella nostra casella di posta elettronica, abbia potuto solo per questo motivo installare un virus in grado di assumere il controllo del nostro dispositivo, attivando la webcam o rubando i nostri dati”.

La Polizia Postale suggerisce di mantenere la calma: il criminale non dispone, in realtà, di alcun filmato che ci ritrae in atteggiamenti intimi né, con tutta probabilità, delle password dei profili social da cui ricavare la lista di nostri amici o parenti”. Dunque, nessun riscatto da pagare, anzi: “L’esperienza dimostra che, persino quando il criminale dispone effettivamente di nostri dati informatici, pagare il riscatto determina quale unico effetto un accanimento nelle richieste estorsive, volte ad ottenere ulteriore denaro”.

Maxi estorsione online: cambiare password per proteggersi

L’unico suggerimento da seguire èproteggere adeguatamente la nostra email, e in generale i nostri account virtuali: cambiare la password, impostandone una complessa; non utilizzare mai la stessa password per più profili; abilitare, ove possibile, meccanismi di autenticazione “forte” ai nostri spazi virtuali, che associno all’inserimento della password, l’immissione di un codice di sicurezza ricevuto sul nostro telefono cellulare”.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close