Sport

Probabili formazioni Mondiali 2018 Venerdì 22 Giugno

Il Mondiale sta entrando nel vivo, dopo le gare del girone C, che hanno segnato l’eliminazione del Perù e la conquista del primato della Francia, e la super sfida tra l’Argentina e la Croazia, tocca al girone E. Alle 14 scenderà in campo contro il Costa Rica il Brasile del fenomeno Neymar, mentre alle 21 toccherà alla Serbia contro la Svizzera. Alle 17 Nigeria e Islanda si sfidano invece per chiudere la seconda giornata del girone D.

Brasile – Costa Rica

Il Brasile deve riscattare il deludente pareggio contro la Svizzera nella partita d’esordio, dopo giorni di apprensione dovuti alle precarie condizioni fisiche di Neymar è arrivata la notizia del suo completo recupero. Il c.t Tite può contare sul suo capitano e ridare convinzioni ad una squadra favorita per la conquista del titolo finale, contro il Costa Rica Tite si affiderà al 4-2-3-1 con Alisson, Danilo, Miranda, Thiago Silva, Marcelo, Paulinho, Casemiro, Willian, Coutinho, Neymar, Gabriel Jesus, All: Tite

Il Costa Rica è stata una delle rivelazioni del Mondiale 2006, ma in questa competizione è partita con una sconfitta contro la Serbia. Il match contro il Brasile diventa pertanto una partita molto delicata per il suo cammino nella competizione ed una eventuale seconda sconfitta ne sancirebbe l’eliminazione. Il c.t. Oscar Ramirez può contare su un reparto arretrato solido e affidabile da cui ripartire per sfruttare la velocità delle punte, un 5-4-1 con Navas, Gamboa, Duarte, Acosta, Gonzales, Calvo,  Bolanos, Borges, Guzman, Ruiz, Campbell, All: Ramirez

Serbia – Svizzera

La Serbia guida il suo girone dopo la bella vittoria sul Costa Rica, una punizione di Kolarov è bastata per archiviare il match comunque dominato fin dal primo minuto. Il c.t. Mladen Krstajic non ha motivi per rivedere schemi e tatticismi per cui si affiderà di nuovo al 4-2-3-1 con Stojkovic, Ivanovic, Milenkovic, Tosic, Kolarov, Matic, Milivojevic, Tadic, Milinkovic-Savic, Ljajic, Mitrovic, All: Krstajic

La Svizzera ha ottenuto un ottimo pareggio contro il Brasile al debutto, la squadra elvetica è riuscita a strappare un punto con un gol molto criticato, ma in campo non è mai parsa nettamente inferiore alla sua rivale. Il c.t. Petkovic ha la fortuna di scendere in campo sapendo il risultato di Brasile –  Costa Rica ed è intenzionato a schierare il 4-2-3-1 con Sommer, Lichtsteiner, Schar, Akanji, Rodriguez, Xhaka, Behrami, Shaqiri, Dzemaili, Zuber, Seferovic, All: Petkovic

Nigeria – Islanda

La Nigeria deve riscattare la sconfitta rimediata contro la capolista Croazia, la sconfitta dell’Argentina apre a nuovi possibili scenari e questa sfida diventa decisiva in ottica qualificazione. L’Islanda è una squadra tenace e ordinata, ha tenuto testa all’albiceleste ma potrebbe soffrire la fisicità dei nigeriani. Il c.t. Rohr vuole i tre punti e opterà per il 4-2-3-1 con Uzoho, Shehu, Ekong, Balogun, Idowu, Ndidi, Etebo, Moses, Obi Mikel,Iwobi, Ighalo, All: Rohr

L’Islanda dopo il sofferto pareggio del debutto e la sconfitta dell’Argentina può ambire al secondo posto. La prima sfida ha entusiasmato la squadra che adesso è chiamata a dare continuità ai suoi risultati. Il c.t. Hallgrimsson si affiderà pertanto al classico 4-4-2 con Halldorsson, Magnusson, Sigurdsson, Arnason, Saevarsson, Bjarnason, Hallfredsson, Gunnarsson,Gudmunsson, Sigurdsson, Finnbogason, All: Hallgrimsson

Tag
Back to top button
Close
Close