Quartetto Nazionale per il Dialogo in Tunisia vince Nobel per la Pace 2015

Premio Nobel alla Medicina 2015: Tre scienziati premiati

Il Quartetto Nazionale per il Dialogo in Tunisia vince il Nobel per la Pace 2015. L’operazione diplomatica, condotta da quattro organizzazioni dopo la rivoluzione tunisina, è stata dunque premiata con il massimo riconoscimento mondiale in materia di pace e fratellanza. La motivazione ufficiale, come già accennato, è che il premio è stato dato per “il decisivo contributo alla costruzione di una democrazia pluralistica in Tunisia, alla luce della Rivoluzione dei Gelsomini nel 2011″. Il Comitato norvegese dei Nobel, a Oslo, ha annunciato di voler sottolineare “il valore del dialogo” e di offrire, tramite questa assegnazione, “un incoraggiamento al popolo tunisino”.

Il Quartetto Nazionale per il Dialogo, creato nel 2013, è formato da quattro organizzazioni della società civile: il sindacato generale tunisino (UGTT, Union Générale Tunisienne du Travail), la confederazione industriale e del commercio (UTICA, Union Tunisienne de l’Industrie, du Commerce et de l’Artisanat), lega dei diritti umani (LTDH, La Ligue Tunisienne pour la Défense des Droits de l’Homme), e l’ordine degli avvocati (Ordre National des Avocats de Tunisie).; va precisato che il Nobel è andato all’insieme delle quattro organizzazioni e non alle singole entità.

Leggi anche –> Tutti i candidati sconfitti

Leggi anche –> Il Nobel alla Medicina

Lelia Paolini è nata a Viareggio. Vive in Versilia con i tre figli, due gatti e un marito. Fra le sue più grandi passioni leggere, scrivere, ridere, viaggiare. Sogni nel cassetto: scrivere il romanzo del secolo e stabilirsi in un cottage in Scozia, vista Oceano.