Politica

Renzi si dimette se vince il No al Referendum? “Lascio ad altri il galleggiamento”

E questa volta non ci sono dubbi, è lo stesso Matteo Renzi che questa mattina a Rtl 102.5 parlando di referendum costituzionale ammette: “Se vince il No lascio ad altri galleggiare”. Insomma non esclude le dimissioni anche se non le conferma in caso di sconfitta.

Il discorso che viene portato avanti dal premier è abbastanza chiaro e vuole che trovi pronti gli orecchi degli elettori che secondo gli ultimi sondaggi sono pronti ad andare alle urne e a bocciare la riforma costituzionale voluta dal premier e dalla Boschi: “Io non sono come loro. Io non ce la faccio a restare abbarbicato a una poltrona per il gusto di starci. Io sono qui per cambiare le cose, non sono disponibile a restare nei giochini della vecchia politica, per galleggiare”.

Concetto che Renzi ripete più volte nell’intervista a Rtl 102.5: “Sai quanti ne trovano più bravi di me a galleggiare? Se qualcuno vuol fare strani pasticci il giorno dopo li fa senza di me”. Lo strale finale però il premier lo lascia al suo vero avversario interno Massimo D’Alema che ha costituito uno dei Comitati per il No: “Ci sono persone che votano No al referendum solo perché non hanno avuto una poltrona di consolazione. Se li avessi accontentati oggi sarebbero i principali campioni del Sì”.

Leggi anche:

Tag

Nicola Salati

Giornalista professionista che cerca di raccontare, in maniera imparziale, i fatti. Per me scrivere è una passione, l'ho avuta sin da piccolo, che ho cercato di tradurre in mestiere.
Back to top button
Close
Close