Replica Il Commissario Montalbano 18 Marzo Rai Replay: Streaming Puntata Intera

Questa sera 18 marzo 2016 è tornato Il Commissario Montalbano, il titolo di questa puntata è il gioco degli specchi. Ricordiamo che solo i primi due episodi erano inediti, quella di questa sera è già andata in onda ed una replica. Hai perso l’episodio e vuoi rivedere la replica a in streaming? Ecco come fare.

Dove vedere la replica della prima puntata di Montalbano

Per rivedere la replica in streaming della vostra fiction preferita, andata in onda oggi lunedì 14 marzo, bisogna collegarsi sul sito della rai: Rai.tv. Qui, nella sezione Rai Replay, protrete rivedere la replica della puntata intera in streaming, a partire dal giorno dopo la messa in onda, in qualunque momento vogliate e da qualunque dispositivo abbiate a disposizione.

Guarda la replica de Il Commissario Montalbano, clicca qui

Trama Puntata Montalbano

Una bomba di basso potenziale è stata fatta scoppiare davanti alla porta di un magazzino. Si pensa a una minaccia per pizzo non pagato, ma Montalbano è perplesso: il danno è assai scarso e il magazzino fra l’altro era vuoto. Inoltre il proprietario del magazzino, Angelino Arnone, nega in ogni modo di poter essere l’obbiettivo di quello strano attentato. Il commissario però intuisce che il vero destinatario di quell’avvertimento potrebbe essere qualcuno che vive nel caseggiato attiguo al magazzino: la scatola con la bomba forse era stata lasciata davanti al portone e uno dei condomini, uscendo la mattina, ignaro, potrebbe averla spostata verso il magazzino per liberare il passaggio. In quella palazzina infatti vivono due pregiudicati: Carlo Nicotra, che è un pezzo grosso dei Sinagra, e Stefano Tallarita, uno spacciatore che lavora al soldo dello stesso Nicotra. Ma anche di queste due nuove piste Montalbano non sembra troppo persuaso: Nicotra è un boss, non è uomo al quale verrebbero mandati semplici avvertimenti, e Stefano Tallarita è in prigione, nel suo appartamento sono rimasti solo la moglie e il figlio Arturo, che non hanno nulla a che fare con i suoi affari. E difatti giunge al commissariato un nervoso Angelino Arnone, che, mostrando una lettera anonima appena ricevuta, confessa che quella bomba era una minaccia destinata proprio a lui. Arnone però non sa dirne il motivo, e tanto meno sa dire chi potrebbe essere la persona che gli ha indirizzato quell’avvertimento. Montalbano capisce che Arnone sta mentendo: qualcuno lo manovra e lo ha mandato là appunto per gettare fumo negli occhi alla polizia. Di seguito viene a sapere da Pasquale che in prigione gira voce che Stefano Tallarita abbia iniziato a collaborare con la polizia. Quindi la bomba potrebbe essere stata un avvertimento destinato a lui.