Politica

Riforma Pensioni, le News di Oggi (22 Ottobre 2016): Risorse sufficienti?

Manovra economica e riforma delle pensioni, questi i due temi caldissimi della politica italiana. Andiamo a vedere le ultimissime news di oggi 22 ottobre 2016 sulle pensioni.

L’accordo tra governo e sindacati di alcuni giorni fa, che ha portato all’approvazione della nuova riforma delle pensioni avrà degli “strascichi” anche nelle prossime settimane. Le parti stanno infatti ancora discutendo su molti aspetti, quello economico in primis. Non solo Ape, ma anche quattordicesime, esodati, questione donna e molto altro. Andiamo a scoprire le ultimissime news di oggi 22 ottobre 2016. 

Riforma Pensioni, Damiano soddisfatto delle risorse

Cesare Damiano, Presidente della commissione lavoro alla camera, si è detto abbastanza soddisfatto delle risorse messe a disposizione dal governo. Quest’ultimo, lo ricordiamo, spenderà 7 miliardi di euro nel prossimo triennio per attuare importanti cambiamenti a livello previdenziale. Ecco le sue parole:

”[…] Sette miliardi in tre anni sono risorse significative per affrontare una serie di problemi di tutto rilievo: dalle pensioni basse alla possibilità di anticipare l’uscita dal lavoro, dal cumulo gratuito al blocco dell’aspettativa di vita per i lavoratori che svolgono attività usuranti, dalla soluzione per facilitare il pensionamento dei precoci alla definizione di un elenco di lavori gravosi ai quali garantire forme di flessibilità agevolata nel pacchetto”.

Sempre Damiano, però, parla di alcune criticità che stanno alla base del nuovo provvedimento. Prima fra tutte i 36 anni di contributi richiesti per avere l’Ape agevolata, considerato eccessivo:

“[…] restano alcune criticità che cercheremo di sistemare. Mi riferisco al requisito contributivo dei 36 anni richiesto per l’Ape agevolata: è un limite incongruo e va modificato. Anche solo portarlo a 35 sarebbe un passo in avanti. Si tratta, poi, di precisare meglio alcune platee dei lavoratori impegnati in attività qualificate come gravose: per esempio per gli infermieri”.

Tag
Back to top button
Close
Close