Risultati Gara 2 Mxgp Russia 2017: Vince Desaille

Clement Desaille vince gara-2 della MXGP in Russia su una pista quasi impraticabile. Risultati che non compromettono troppo il vantaggio di Cairoli in classifica piloti.

Clement Desaille vince una rocambolesca gara-2 della MXGP in Russia. Risultati finali pesantemente condizionati dalla pista, in alcuni tratti davvero inguidabile. Febvre perde la vittoria nei minuti finali, quando viene tradito dal terreno e cade. Paulin recupera punti su uno sfortunato Cairoli, anch’egli tradito dalla pista negli ultimissimi minuti.

MXGP Russia 2017: sintesi e risultati gara-2

In partenza, su una pista ai limiti della praticabilità, è Febvre a superare in testa la prima curva, seguito da Desaille, Anstie, Tonus e Paulin. Cairoli resta inpantanato nel “gruppone” ed è in 11a posizione dopo il via, Herlings addirittura 15°. Le posizioni si rimescolano di continuo ed il campione italiano fa fatica ad emergere dalla nona posizione. Prova ad approfittare della situazione Paulin, che sale subito in quarta ed a ridosso dei primi tre. Dopo una prima fase di adattamento alla pista le posizioni si congelano, forse anche a causa delle pessime condizioni del terreno.

I distacchi tra i piloti in pista sono abissali, basti pensare che Cairoli, 8°, dopo sette giri accusa un ritardo di 2 minuti nei confronti del leader. La gara diventa sempre più una faccenda a due tra Febvre e Desaille, anche se nell’ultima parte di gara il francese prende il largo, avviandosi verso la vittoria di manche. A pochi giri dalla fine il colpo di scena: Febvre cade e perde la leadership a favore di Desaille. Cambio anche nella zona podio, dove Paulin guadagna il terzo posto ai danni di Tonus. Questo l’ordine d’arrivo finale dei primi quattro, seguiti da Anstie, Coldenhoff, Jasikonis, Herlings, Cairoli e Bobryshev.

MXGP Russia 2017: nuova classifica piloti

Nella nuova classifica piloti della MXGP 2017 dopo le due gare in Russia è Desaille a guadagnare terreno sul leader Cairoli. Il campione italiano è a 381 punti, segue il belga a 334, Paulin a 333 ed Herlings, vincitore di gara-1, a 291. Vantaggio, quindi, tutto sommato rassicurante per il 222, che riesce a limitare al meglio i danni su una pista davvero complicata.