Attualità

Rondine, Cittadella della Pace in provincia di Arezzo

Rondine: un piccolo borgo medievale immerso nella campagna toscana, in provincia di Arezzo.
Il nome completo dell’associazione è: “Rondine Cittadella della Pace“, ed è stata fondata dal presidente Franco Vaccari.

Rondine Cittadella della Pace

Diciannove anni fa, Franco Vaccari, decide di realizzare un’idea che era già da molto nella sua testa. Lavorando e ristrutturando quel piccolo borgo, riesce a mettere in piedi una minuscola cittadella per quei cittadini che lui voleva l’abitassero. I cittadini di Rondine diventano ragazzi e ragazze provenienti da paesi di tutto il mondo in conflitto tra di loro. Iniziando da un Russo ed un Ceceno che per primi hanno avuto il coraggio di dire sì, si riuniscono a Rondine tanti ragazzi che scelgono, per due anni, di convivere insieme. Israeliani e Palestinesi, Serbi e Bosniaci, Caucasici, Azeri, Georgiani, Sudanesi: tutti insieme per condividere la medesima esperienza. A Rondine studiano la lingua Italiana, intraprendono un percorso universitario, ma soprattutto imparano a gestire il loro conflitto attraverso il dialogo.

rondine 2

Al termine del percorso di due anni i “Rondinesi” diventano “Rondini D’oro“. Queste tornano al loro paese diventando ambasciatori di pace, portando il messaggio di Rondine tra la loro gente.
Nel 2015 l’associazione è stata candidata al Nobel per la pace.
Sempre nel 2015 Rondine ha deciso di ospitare ed affiancare al suo studentato internazionale, ragazzi proveniente da tutte le regioni d’Italia per frequentare il “Quarto Anno di Eccellenza”. I ragazzi si trovano ad affrontare, oltre la didattica curricolare, un percorso pomeridiano, chiamato “ULISSE“, che li porta a scoprire se stessi ed abbattere i loro pregiudizi. Affrontano temi importanti come: la legalità, gestione del conflitto, progettualità
I primi ventisette studenti hanno convissuto insieme per un anno: è così che una Milanese e una Palermitana si sono ritrovate a convivere nella stessa stanza e a scoprire che hanno le stesse idee e gli stessi sogni.

Ma l’avventura non si ferma: i 27 ragazzi, selezionati per iniziare questa esperienza innovativa, sono tornati a casa ciascuno con un progetto di ricaduta sociale da realizzare nel proprio territorio.
E’ il caso di Costantino Landi, un ragazzo proveniente da Avellino, che subito dopo l’anno trascorso ha deciso di realizzare un progetto sulla “Terra dei Fuochi”. Il progetto si chiama Ambientiamoci nella legalità. In collaborazione con l’associazione “Libera” e “Libera Terra” vengono realizzati dei workshop la scuola di Costantino.
Il quarto anno ha poi avuto altre 2 edizioni, con nuovi promettenti ragazzi che si sono lasciati travolgere dalla “follia” di Rondine.
Attualmente si stanno svolgendo le selezioni per il nuovo anno scolastico.
Inoltre, recentemente, si è tenuto, in questo piccolo borgo, un evento dal nome evocativo: YouTopicFest. Persone provenienti da tutta Italia sono accorse a questo nuovo festival in cui hanno assistito a laboratori, conferenze, giochi. In più, oltre sessanta Rondini D’oro sono volate a Rondine, condividendo le loro esperienze di “ambasciatori” nelle loro terre.
E’ questa la piccola, ma grande, realtà nascosta in un borgo Aretino.

Tag
Back to top button
Close
Close