Saggio Interessi Legali: Dal 2016 riduzione allo 0,2%

ISCOP, Elenco dei Comuni: cos'è e dove si paga l'imposta di scopo

A partire dal 1° gennaio 2016 il saggio di interesse legale sarà ridotto dallo 0,5% annuo al 0,2%. A stabilirlo è stato il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze 11 dicembre 2015, pubblicato in Gazzetta Ufficiale 15 dicembre 2015, n.2015. Altra buona notizia per i cittadini italiani che con la Legge di Stabilità 2016 saranno anche esonerati dal pagamento della Tasi sull’abitazione principale (non di lusso).

L’articolo 1 del decreto del MEF stabilisce la riduzione del saggio degli interessi legali (art. 1284 del codice civile) con decorrenza dal 1° gennaio 2016. Questa variazione comporta notevoli vantaggi per i contribuenti. In particolar modo sarà meno gravoso il costo del Ravvedimento Operoso e sarà, al tempo stesso, meno oneroso pagare in ritardo all’erario le somme dovute.

IN QUALI AMBITI SI APPLICA IL SAGGIO DI INTERESSE LEGALE?

Il saggio di interesse legale è stabilito per legge e si applica nei seguenti ambiti:

  • rapporti tra i cittadini e lo Stato
  • nei contratti in cui non è stato stabilito un interesse diverso tra le parti.

SCHEMA RIASSUNTIVO DELLE VERIAZIONI DEL SAGGIO DI INTERESSE LEGALE NEGLI ULTIMI ANNI

  • Dal 01/01/2008 al 31/12/2009: Tasso di Interesse Legale al 3,00% (Dm Economia 12/12/2007)
  • Dal 01/01/2010 al 31/12/2010: Tasso di Interesse Legale al 1,00% (Dm Economia 04/12/2009)
  • Dal 01/01/2011 al 31/12/2011: Tasso di Interesse Legale al 1,50% (Dm Economia 07/12/2010)
  • Dal 01/01/2012 al 31/12/2013: Tasso di Interesse Legale al 2,5% (Dm Economia 12/12/2011)
  • Dal 01/01/2014 al 31/12/2014: Tasso di Interesse Legale al 1,00% (Dm Economia 12/12/2013)
  • Dal 01/01/2015 al 31/12/2015: Tasso di Interesse Legale al 0,5% (Dm Economia 11/12/2014)
  • Dal 01/01/2016 al …..               : Tasso di Interesse Legale al 0,2% (Dm Economia 11/12/2015)