Scuola

Sciopero 27 settembre: le assenze a scuola sono giustificate?

Il 27 settembre è previsto un nuovo sciopero per il clima ma l'assenza a scuola per parteciparvi sarà giustificata?

Lo sciopero di domani 27 settembre 2019 rientra in tutta quella serie di manifestazioni e iniziative a cui giovani e meno giovani di tutto il mondo stanno dando vita seguendo l’esempio di Greta Thunberg in fatto di attenzione ai cambiamenti climatici e difesa dell’ambiente. Nei giorni scorsi il ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti ha proposto che le assenze maturate in queste occasioni non siano calcolate dalle scuole per premiare l’impegno ambientalista dei ragazzi, ma la vicenda è controversa. La domanda resta sempre la stessa: l’assenza per prendere parte allo sciopero per il clima è giustificata?

Come si comporteranno i presidi?

In realtà l’indicazione del ministro non è sostanzialmente vincolante per i dirigenti scolastici che, in virtù dell’autonomia, posso scegliere liberamente se conteggiare le assenze per lo sciopero del 27 settembre o ritenerle giustificate in quanto effettuate per prendere parte a una manifestazione più che lodevole. A pesare molto sulla scelta dei vari dirigenti scolastici c’è ovviamente la difficoltà nel verificare la reale presenza dei ragazzi alle manifestazioni organizzate in tutta Italia e non si vorrebbe trasformare iniziative sicuramente importanti in una mera scusa per saltare un giorno di scuola per dedicarlo al bivacco con gli amici.

A complicare la vicenda c’è anche il periodo dell’anno in cui questo sciopero è indetto: infatti, siamo a inizio anni scolastico e in quasi tutte le scuole non si sono ancora insediati i rappresentanti degli studenti. Ciò rende complesso l’organizzazione di iniziative a livello scolastico e quindi per le scuole sarà difficile ”misurare” l’impegno dei singoli studenti per la causa ambientale in questo venerdì di fine estate. La verità è che tutto è affidato alla sensibilità e alla maturità degli studenti che, se realmente motivati nella battaglia a difesa dell’ambiente, non si porranno il problema di un’assenza rimediata a inizio anno scolastico e, quindi, assolutamente recuperabile nel corso dei mesi.

Emanuele Terracciano

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close