Attualità

Sciopero dei benzinai 26 giugno 2018, Di Maio: “Stiamo predisponendo il rinvio”

Rinviato lo sciopero che avrebbe portato alla chiusura di distributori per 24 ore a partire dalle 22 del 15 giugno, fino alle 22 di martedì 26 giugno. Di Maio dichiara: “Stiamo predisponendo il rinvio”.

Lo sciopero è stato indetto da tre associazioni di categoria (Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio) per via della fatturazione elettronica che sarebbe andata in vigore il prossimo 1 luglio. Tale fatturazione andrà a sostituire le vecchie tessere carburante per poter ridurre così definitivamente truffe ed elisioni fiscali. Ma l’entrata in vigore di questa manovra in un periodo così breve, avrebbe portato dei problemi ai benzinai per la maggior parte sprovvisti dei disposItivi elettronici e per questo, lo sciopero era necessario.

Ma come ha annunciato Di Maio: “È stata lanciata una novità senza dare il tempo e gli strumenti per attrezzarsi” La nuova legge infatti andrà probabilmente in vigore fra sei mesi, a partire dal 1 gennaio 2019. Così continua il vice premier: “La data del primo di luglio non è realistica per il passaggio alla fatturazione elettronica. Questa categoria si è trovata ad essere prescelta per ‘sperimentare’, in anticipo su tutte le altre, l’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica”.

Resta aggiornato - Segui Newsly.it

Miriam Belpanno

Sono appassionata di libri, arte, cinema, viaggi. Intraprendo sempre strade diverse, cercando di occuparmi di qualsiasi cosa che mi è sottomano, perché qualsiasi cosa merita di essere raccontata, scritta, letta.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close