Sciopero Scuola 17 marzo 2017: manifestazioni da Roma a Napoli, da Torino a Catania

Sciopero 14 novembre Milano: gli Orari della Manifestazione

Domani 17 marzo 2017 il mondo della scuola di mobiliterà in uno sciopero generale per, come si apprende dalla sezione Scuola del sito dei Cobas, protestare contro la legge 107/2015. Sono previste manifestazioni a Roma, Napoli, Torino, Bologna, Cagliari, Bari, Palermo e Catania.

Sono tanti i punti della riforma scolastica che il sindacato non condivide e che preme per modificare o sopprimere. In primo luogo c’è la questione degli otto decreti attuativi già emessi dal governo. Secondo i promotori dello sciopero, il ruolo di sostegno agli studenti disabili starebbe per essere praticamente scaricato tutto sui docenti ordinari, con difficoltà per gli insegnanti ma, soprattutto, per gli stessi studenti bisognosi di assistenza specializzata.

Un altro punto critico è quello relativo all’alternanza scuola-lavoro la cui obbligatorietà all’esame di maturità, e il conseguente inserimento nel curriculum scolastico degli studenti, non è decisamente vista di buon occhio dal sindacato. Vi sono delle parti di questa legge che sono definite ”distruttive”. Per esempio, si chiede che i fondi stanziati per premiare taluni docenti considerati meritevoli siano utilizzati per sopperire alla perdita di salario subita dagli insegnanti e personale ATA che i Cobas quantificano nel 20%.

Inoltre è richiesta l’assunzione di tutti i precari con almeno trentasei mesi di servizio alle spalle, la scomparsa dell’obbligatorietà dei test Invalsi per valutare scuole e studenti e maggiori diritti dal punto di vista della rappresentanza sindacale.

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.