Attualità

Scuole Chiuse in Italia fino al 5 marzo per il Coronavirus? È una Bufala

Le scuole non saranno chiuse fino al 5 marzo in tutta Italia per l'emergenza Coronavirus. La smentita di Conte.

È una bufala la notizia secondo cui le scuole sarebbero state chiuse in tutta Italia per l’emergenza Coronavirus. La smentita è arrivata dal premier Giuseppe Conte.

A complicare la già difficile gestione dell’emergenza legata al Coronavirus in queste ore ci si sta mettendo anche la circolazione incontrollata di notizie non vere utili a creare solo ulteriore confusione. Per esempio, in mattinata sul web ha circolato per diverso tempo la notizia secondo cui il Governo avrebbe deciso di tenere chiuse le scuole di tutta Italia per precauzione contro il Coronavirus, notizia poi fermamente smentita dal premier Conte e dal ministro della Pubblica Istruzione Lucia Azzolina.

La bufala delle scuole chiuse fino al 5 marzo

La bufala delle scuole chiuse fino al 5 marzo è iniziata a circolare attraverso catene WhatsApp che annunciavano la decisione del Consiglio dei Ministri di fermare le attività didattiche in tutto il Paese senza distinzione tra Regioni. Il provvedimento sarebbe dovuto essere giustificato da presunte esigenze di precauzione contro la diffusione del Coronavirus ma in realtà il Governo non ha mai pensato a un provvedimento così importante poiché non ci sono le basi per mettere in atto una misura così drastica. Il diffondersi di questa notizia ovviamente ha ingenerato paura e incertezza tra i genitori che, in assenza di notizie ufficiali, hanno avuto dubbi sul come comportarsi per non penalizzare i propri figli.

Ricordiamo che nelle Regioni sede dei due focolai le scuole già sono state chiuse da precedenti provvedimenti che potrebbero essere replicati a livello locale in altre zone ma, lo ripetiamo ancora una volta, non c’è alcun provvedimento di chiusura delle scuole emesso su base nazionale e, pertanto, se non ci sono comunicazioni ufficiali da parte del vostro Comune di residenza, le scuole dei vostri figli saranno regolarmente aperte domattina. Naturalmente laddove le scuole dovessero rimanere aperte vorrebbe dire che non sussiste un reale pericolo ma, come è ovvio che sia, bambini con sintomi influenzali è bene che vengano tenuti a casa e curati secondo le indicazioni dei medici curanti.

Resta aggiornato - Segui Newsly.it

Emanuele Terracciano

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close