Silvio Berlusconi candidato alle Europee “per responsabilità”

“M5s come comunisti del ’94, ma incompetenti”.

silvio berlusconi candidato

È ufficiale: Silvio Berlusconi si candida alle Europee. Dalla Sardegna, in cui è sbarcato per presenziare ad alcuni incontri sulle suppletive alla Camera, spiega lui stesso le ragioni della sua scelta: “Noi rappresentiamo l‘idea liberale della politica, i valori e le idealità liberali, che oggi bisogna difendere in Italia, in Europa e nel mondo. Io ho deciso di presentarmi alle elezioni europee per portare in Europa la mia voce, per un’Europa che deve essere cambiata, con la difesa unita, per potersi sedere al tavolo delle altri potenze militari mondiali per decidere sulle situazioni che andranno all’esame. La nostra civiltà viene dalla Grecia, da Roma, dalla tradizione giudaico-cristiana. Se quest’Europa dovesse indebolirsi avremmo un mondo guidato dalla potenza cinese, che tra l’altro vuole conquistare anche l’Africa. Se vogliamo far guidare il mondo da un’idelogia che è completamente contraria alla nostra, io non ci sto. E alla mia bella età ho deciso, per senso di responsabilità, di andare in Europa dove manca il pensiero, il pensiero profondo sul futuro del mondo. Io sarò lì e prego Dio di darmi la forza di poter convincere tanti altri”.

Berlusconi si candida: “M5s-Lega è una iattura per noi”

L’ex cavaliere ha attaccato il governo, auspicando una caduta dell’esecutivo: “C’è bisogno di cambiare questo governo, dove una parte è rappresentata dal Movimento 5 stelle guidato da persone con nessuna esperienza e nessuna competenza. Sono come quei signori della sinistra comunista del ’94 in più hanno questo grande difetto. L’alleanza gialloverde è innaturale, una vera iattura per tutti noi e non credo che riuscirà a reggere – dice – Spero che una rottura tra la Lega e il M5s avvenga presto. Anche in Parlamento  ci sono molti fermenti venuti fuori recentemente che mi fanno pensare che questo governo non abbia ancora molto tempo per andare avanti”.