Sindrome Vibrazione Fantasma: colpisce nove persone su dieci

Sindrome Vibrazione Fantasma: colpisce nove persone su dieci

E’ stata denominata “sindrome della vibrazione fantasma” e colpisce 9 utenti su 10. Non sono allucinazioni ma vera e propria ossessione, ansia e ipersensibilità per il cellulare. Si faccia avanti colui a cui non è mai successo. Sentire vibrare lo smartphone in tasca, o nella borsa, prenderlo in mano e scoprire di non aver ricevuto alcuna notifica o sms: questo è quello che succede quando siamo in metropolitana un po’ annoiati con probabilmente il desiderio di voler chattare con qualcuno. Oppure se siamo in riunione, quando dentro di noi nutriamo la speranza di interrompere una lunga e noiosa trattazione. Sappiate che, secondo una  ricerca del Georgia Institute of Technology, non siete i soli perché addirittura 9 persone su 10 convivono con la cosiddetta “sindrome della vibrazione fantasma”.

Secondo gli autori dello studio si tratterebbe solo di questione di abitudine. Avere il cellulare in tasca è come indossare gli occhiali: ci si dimentica di averlo, quindi è come se il dispositivo diventasse parte di sé e così si è indotti a scambiare qualsiasi vibrazione, per esempio un fruscio, una contrazione muscolare, un lieve rumore, per un segnale lanciato dal nostro cellulare. E poi entrano in gioco altre variabili quali la natura ossessiva dell’uomo o l’ansia anticipatoria. Non vi resta che autoanalizzare il vostro comportamento per verificare se siete tra i 9 portatori di sindrome oppure siete il soggetto “sano”.