Attualità

Siria, nuovo summit Usa-Russia per far cessare le ostilità

John Kerry e Serghei Lavrov si incontreranno in Svizzera per affrontare il problema della crisi siriana e risolvere le ostilità

Nonostante il clima di tensione crescente tra i due paesi, il Ministro degli Esteri russo e il Segretario di Stato americano si incontreranno sabato 15 settembre a Losanna per ridiscutere di una possibile tregua in Siria. Dopo il fallimento dell’accordo raggiunto a Ginevra il mese scorso, che prevedeva attività militari congiunte dirette contro i terroristi dell’Isis e del Fronte al-Nusra, la speranza è quella di arrivare a “una cessazione duratura delle violenze e alla riprese degli aiuti umanitari”, ha dichiarato il Dipartimento di Stato russo.

All’incontro saranno presenti anche diplomatici della Turchia, Arabia Saudita e Qatar, paesi sostenitori dell’opposizione siriana. È ancora incerta la partecipazione dell’Iran, alleato del presidente Bashar al-Assad e attore chiave nel conflitto. Secondo Dmitry Peskov, portavoce del Cremlino, “la situazione è estremamente difficile” e l’incontro di Losanna è “l’unica possibilità rimasta per uno scambio di opinioni e per tentare di attuare strategie comuni”.

“Credo fermamente che alcune delle responsabilità di quanto sta accadendo nelle regione in generale e in Siria in particolare siano da attribuire ai paesi occidentali, soprattutto gli Stati Uniti e i loro alleati, inclusi i principali paesi europei”, ha dichiarato Vladimir Putin durante un’intervista rilasciata alla tv francese TF1. Gli Stati Uniti e i paesi occidentali accusano invece la Russia di perpetuare “crimini di guerra” nel paese insieme alle forze armate del governo.

Un altro incontro internazionale sulla guerra in Siria è previsto domenica 16 settembre a Londra. Oltre alla Russia e agli Stati Uniti saranno presenti Regno Unito, Germania e Francia. Anche in questo caso la speranza è quella di raggiungere un accordo per porre fine ai conflitti che da marzo 2011 hanno portato alla morte di più di 300.000 persone e alla fuga di milioni di siriani.

LEGGI ANCHE:

Tag
Back to top button
Close
Close