Sorelle Stasera su Rai 1: Anticipazioni Quinta Puntata

Le anticipazioni della quinta puntata di Sorelle, la fiction in onda stasera su Rai 1

Sorelle Stasera su Rai 1: Anticipazioni Quinta Puntata

Stasera su Rai 1 andrà in onda la quinta puntata, la penultima, di “Sorelle”, la fiction diretta da Cinzia TH Torrini che ogni giovedì tiene incollati milioni di italiani davanti al piccolo schermo. Cosa accadrà in questo nuovo episodio? Le anticipazioni svelano interessanti risvolti. Si scoprirà che fine ha fatto Elena? È veramente morta?

SORELLE: LE ANTICIPAZIONI DELLA PUNTATA DI QUESTA SERA

La puntata andata in onda lo scorso giovedì si era conclusa con alcuni attimi di paura derivati dal brutto incidente del piccolo Giulio (figlio di Elena) mentre si trova a scuola. Il bambino, trasportato in ospedale con una ferita alla testa, deve essere sottoposto a una trasfusione, ma gli esami medici riveleranno una interessante novità che potrebbe essere utile anche per le indagini relativi alla morte della madre del bambino. Stasera altre verità verranno a galla.

Proprio per via delle analisi del sangue a cui il piccolo Giulio si è sottoposto prima di poter effettuare la trasfusione, Chiara scopre la sconvolgente verità: il padre del bambino non è Roberto come Elena aveva fatto credere a tutti in questi anni. Indagando nel passato della donna, si scoprirà che Elena ha avuto una relazione extraconiugale dalla quale è derivata proprio la nascita di Giulio.

Sorelle, Fiction con Anna Valle, Irene Ferri e Loretta Goggi: dal 9 marzo Rai1 1

Per Chiara questa scoperta è davvero molto importante, quasi illuminante, difatti il padre di Giulio potrebbe essere l’assassino di Elena o comunque potrebbe sapere qualcosa a tal riguardo. Queste nuove piste conducono Chiara e Daniele sino al palazzo comunale della città di Potenza: il padre del bambino è Siniscalchi e da sette anni, per non far emergere la verità, l’uomo versava dei soldi sul conto di Elena.

Sognatore per antonomasia, ritiene che la verità vada ricercata e non creduta per sentito dire. Appassionato di testi antichi i quali ritiene vadano letti per ciò che raccontano, senza volerne alterare il significato, con figure retoriche inesistenti, per veicolare una verità che non esiste. Poeta spesso malinconico. Ama definirsi "Destista"