SOS Fanta, Fabrizio Romano e Guglielmo Cannavale a Newsly.it: “A gennaio una sorpresa”

SOS Fanta, Fabrizio Romano e Guglielmo Cannavale a Newsly.it:

Il Fantacalcio, da semplice passatempo della domenica, anno dopo anno è cresciuto, affermandosi e diventando una realtà, un bisogno ed una necessità da soddisfare partita dopo partita, minuto per minuto. Trasformare questa passione in un lavoro è possibile? Chiediamolo a Fabrizio Romano e Guglielmo Cannavale, “due appassionati”, come loro amano definirsi prima di presentarsi come giornalisti ufficiali di Sky Sport e responsabili della famosissima pagina Facebook SOS Fanta.

SOS Fanta, una certezza per tutti i fantallenatori che si ritrovano a pochi minuti dal fischio iniziale di ogni partita alla ricerca della formazione ideale da schierare. Oggi la pagina Facebook ufficiale SOS Fanta vanta oltre 90mila like, ma è un numero che cresce in maniera esponenziale ora dopo ora. Qual è il segreto di Fabrizio, Guglielmo e di tutti i collaboratori che lavorano per rendere la domenica di tutti i fantallenatori speciale? Scopriamolo grazie all’intervista esclusiva rilasciata a Newsly.it

  • Quando nasce SOS Fanta, la casa del Fantacalcio aperta a chi è a caccia di consigli e suggerimenti?

Nasce nel luglio del 2015. Da due appassionati prima di tutto; poi due giornalisti, e alla fine due ragazzi convinti di un progetto che potesse convincere. Abbiamo deciso di mettere testa, anima e cuore – ma soprattutto tanto tempo – nel fantacalcio. E stiamo divertendoci, prima ancora che lavorando.

  • Il successo sui social è stato immediato o la strada da percorrere ha trovato anche alcuni tratti in salita?

Venivamo da una base di followers che ci conosce essendo entrambi giornalisti di Sky Sport durante i periodi di calciomercato. E’ servito un po’ di tempo all’inizio, ma farsi conoscere quando ci si impegna diventa più facile. E noi da quel luglio non ci siamo fermati un minuto!

  • Fabrizio Romano e Guglielmo Cannavale alla guida di una macchina che non accenna a fermarsi. SOS Fanta è interamente gestito da voi o altri collaboratori vi aiutano dietro le quinte?

Fino al settembre di quest’anno è stato interamente gestito da noi due, senza alcuna collaborazione. Da quando ci siamo affiliati a Calciomercato.com abbiamo deciso di progettare oltre e allargarci, con due amici e colleghi che ci danno un aiuto preziosissimo: Alessandro Cosattini e Marco Demicheli, fa piacere citarli perché sono sicuro che arriveranno a livello giornalistico. E pensare che SOS Fanta possa essere una forma di crescita è un altro aspetto piacevole.

  • Siete un punto di riferimento per migliaia di fantallenatori, ma le vostre previsioni di partita in partita sono sempre esatte, oppure anche i migliori sbagliano?

Sbagliano soprattutto i migliori! Sorrisi a parte, naturalmente c’è una percentuale di errore importante sui tantissimi consigli che diamo: risponderemo in totale a più di due/tremila domande in una settimana, poi ci sono i singoli consigli ruolo per ruolo. Ma diciamo che molto spesso le cose vanno bene, sia sulle partite che in particolare sui giocatori da prendere all’asta in estate o da scambiare. Quello ci esalta ancora di più, è come essere dei talent scout, ci lavoriamo con direttori sportivi, allenatori, giocatori che conosciamo senza sosta per scoprire chi saranno i protagonisti della stagione.

  • Il mercato di riparazione è alle porte: quali consigli dareste a tutti i fantallenatori in crisi di risultati?

Comprare poco ma bene. Stravolgere è spesso azzardato. Il mercato di riparazione dipende da due fattori: la fortuna, perché magari si incassa con un giocatore che va via… e l’intuizione nell’individuare chi fa bene fino a fine stagione. E quindi le squadre che lottano ancora per obiettivi importanti, piuttosto che quelle che non avranno più nulla da chiedere al campionato. Meglio un Perisic di un Papu Gomez, forse, alla lunga: questo il credo.

  • Tutti noi fantallenatori crediamo nella nostra rosa, ma per voi di SOS Fanta esiste una formula segreta per creare la squadra ideale?

Tutto è troppo determinato dal caso. Gli infortuni stanno diventando un fattore che sbilancia i campionati. Ma sulla carta, la squadra ideale si può fare: per noi la strategia all’asta è sempre una, ovvero un top player in difesa, un portiere importante, un centrocampista dal ‘grande nome’ (alla Perotti) con due scommesse importanti (quest’anno, Politano e Kessié le nostre) e tanti gregari. Ma in attacco dev’esserci un fenomeno e un’altra punta di primo livello. Così si ha la garanzia di non fallire. A meno che non siano appunto gli infortuni a condizionare tutto.

  • SOS Fanta, un progetto unico, ambizioso: qual è il vostro obiettivo? Quali risultati mancano ancora al vostro palmarès?

Sognando in grande, possiamo dire che un giorno (molto lontano!) ci piacerebbe avere una struttura tale da poter dare noi i voti alle partite. E magari consentire agli utenti anche di avere una piattaforma per inserire le squadre, avere i calcoli e le classifiche. Ma non abbandoneremo mai aggiornamenti quotidiani e consigli, soprattutto non andremo mai a snaturarci con notizie di gossip o di argomenti che col fantacalcio non c’entrano, è una promessa dal primo giorno. Tutto quello che faremo, sarà sempre col fantacalcio al centro. Magari entro gennaio con una piccola sorpresa per i nostri lettori. Ma non la sveliamo: siamo scaramantici, al fanta e non!