Supplenze docenti 2016/17: Arriva la circolare del Miur

Quando inizia la scuola: calendario scolastico 2015-2016

Arrivano importanti novità per i docenti precari che attendono novità in merito alle nuove pubblicazioni delle graduatorie, fondamentali per quegli insegnanti giovani e non che desiderano lavorare come supplenti dei maestri di ruolo, per ottenere punteggio e diventare un giorno insegnante fisso in una scuola. Ecco la circolare del Miur pubblicata ufficialmente e che fornisce indicazioni importanti per tutti i supplenti.

Andiamo a leggere i vari cambiamenti che ci saranno nelle diverse scuole di grado differente:

  • Nomine e sanzioni: le nomine avverranno in base allo scorrimento delle graduatorie ad esaurimento. Per le sanzioni connesse al mancato perfezionamento o risoluzione anticipata del rapporto di lavoro nel conferimento delle supplenze a livello provinciale trovano piena applicazione le disposizioni contenute nell’art. 8 del DM 131/07.
  • Supplenze brevi: non è possibile chiamare supplenti per il primo giorno di assenza, per le supplenze di cui al primo periodo del comma 78 della Legge 23 dicembre 1996 n. 662; si ricorda inoltre che non è possibile stipulare contratti di supplenze brevi per i posti di potenziamento, a meno che il docente che è sul potenziamento svolge anche ore su cattedra, sempre per assenze superiori a 10 giorni.
  • Sostegno: le operazioni di nomina su sostegno, come ogni anno, devono essere conferite con priorità rispetto ai posti comuni sia per le particolari, modalità di individuazione degli aventi titolo e di conferimento delle supplenze stesse, che al fine di assicurare tempestivamente il sostegno agli alunni disabili.
  • Licei musicali: previsto l’accantonamento dei posti, relativamente agli insegnamenti di “Esecuzione ed Interpretazione” e “Laboratorio di Musica di insieme”, per quei docenti in servizio nell’a.s. 2015/16 a tempo determinato con supplenza annuale o supplenza temporanea fino al termine delle attività didattiche. Tali docenti possono presentare, entro il 9 settembre 2016, apposita istanza di accantonamento per conferma sul posto o sulla quota oraria assegnata nell’a.s. 2015/16 ovvero negli anni scolastici precedenti.
  • Spezzoni orario pari o inferiori a 6 ore: gli spezzoni orario pari o inferiori a 6 ore, che non concorrono a costituire cattedra, non rientrano tra le disponibilità provinciali, ma delle singole istituzioni scolastiche ove tali spezzoni sono disponibili.
  • Scuola primaria: in caso di attribuzione di spezzoni orario, queste devono essere integrate con le ore di programmazione: 1 ora di programmazione per ogni 11 ore e 2 ore di programmazione per ogni 22 ore. Ne consegue, pertanto, che da 1 a 11 ore si aggiunge un’ ora di programmazione, da 11 a 22 ore si aggiungono 2 ore.