Terremoto Rieti Oggi: in salvo la Speleologa bloccata nella Grotta della Sibilla

Tratta in salvo la speleologa bloccata nella grotta della Sibilla. Salvataggio messo alla prova da un terremoto con epicentro a Cittareale, Rieti, registrato nella notte

È stata tratta in salvo la speleologa rimasta bloccata nella grotta della Sibilla. Le operazioni di salvataggio, messe a dura prova dal terremoto registrato oggi a Rieti, sono state portate a conclusione, con successo, alle ore 8.00 di questa mattina, 1 maggio 2017.

Nella pomeriggio di ieri, 30 aprile, la speleologa, una donna di 30 anni, era rimasta incastrata in uno dei pozzi della grotta della Sibilla a circa 150 metri di profondità. A intervenire in suo soccorso gli uomini del Soccorso Alpino e Speleologico che hanno operato tutta la notte sino a salvare la donna solamente nelle prime ore del mattino di oggi, 1 maggio. La speleologa è stata estratta viva, ma ferita, intorno alle ore 8.00 ed è apparsa abbastanza scossa. A giungere sul luogo anche il Sindaco di Cittareale.

Monte Sibilla: scosse di terremoto nella notte

Le operazioni di soccorso sono state messe a dura prova dal terremoto registrato a Cittareale, in provincia di Rieti, intorno alle ore 2.31, nella notte del primo maggio. Una sola la scossa registrata, essa aveva magnitudo 3.1 della scala Richter e epicentro a 5 Km di profondità dalla città di Cittareale. La scossa non ha generato alcuni danni né a cose né ha persone, ma ha frenato leggermente le operazioni di soccorso sul monte Sibilla.