Il Trono di Spade, George R. R. Martin: “Non ci sarà un finale aperto”

Recensione 6x01 Game Of Thrones

Il Trono di Spade, ecco cosa accadrà in The Winds of Winter

L’inverno sta arrivando da molti anni e la lunga notte incombe sui Sette Regni di Westeros. Chiare sono state le parole rilasciate nell’ultima intervista del 2016 dal maestro del genere fantasy, creatore de Il Trono di Spade. George R. R. Martin ha colpito ancora e ha confidato a tutto il mondo che il romanzo “The Winds of Winter” non sarà una lettura facile e felice come gli appassionati lettori della saga leggendaria si aspetterebbero.

George R. R. Martin e le sue dichiarazioni sul romanzo che sta scrivendo

“Ci sono un sacco di capitoli oscuri, al momento, nel libro che sto scrivendo. Sapete, si chiama The Winds of Winter e sono venti anni che continuo a ripetervi che l’inverno sta arrivando. E l’inverno è la stagione in cui tutto muore, il freddo, il ghiaccio e l’oscurità riempiono il mondo”. Lo scrittore non lascia intendere quali avvenimenti e minacce incombono su Grande Inverno ma qualcosa si muove nel buio, rendendo la trama de Il Trono di Spade ancora più oscura.

“Ogni personaggio avrà la sua storia e si prospetta un futuro minaccioso. In ogni storia, la struttura classica è che le cose diventano difficili per poi risolversi. Non ci saranno finali aperti o almeno spero. Questo non significa che tutto verrà chiuso nettamente. Penso ci sia una differenza tra un finale aperto e qualcosa che viene deliberatamente lasciato ambiguo dall’autore, o qualcosa su cui i lettori debbano riflettere, preoccuparsi o dibattere”. Le dichiarazioni di George R. R. Martin non lasciano speranze, Il Trono di Spade si avvia ufficialmente alla conclusione della serie e dei romanzi.

Laureanda in Letterature Moderne Comparate per il Corso di Laurea in Filologia Moderna, ho diversi anni di esperienza presso testate giornalistiche online, blog culturali e magazine. Mi occupo di serie tv, cinema, letteratura e credo che la cultura l'unica strada che ci può rendere migliori. Ho scelto la scrittura come forma d'arte per cambiare il mondo